Cerca

Dodicesimo suicidio alla Foxconn

Non è bastata la dichiarazione "pro-life" fatta firmare mercoledì agli operai

Dodicesimo suicidio alla Foxconn
Non sono bastate le reti montate all'esterno degli edifici e la dichiarazione "pro-vita" fatta firmare ai dipendenti. Alla Foxconn, colosso informatico di Taiwan che produce anche gli Iphone e gli Ipod della Apple, si è registrato giovedì pomeriggio l'ennesimo caso di suicidio, il dodicesimo dall'inizio dell'anno.
Secondo la ricostruzione fatta dalla televisione di stato cinese, questa volta il dipendente non si è gettato nel vuoto, ma si è tagliato le vene.

E pensare che solo ieri l'azienda guidata da Terry Gou aveva preparato una dichiarazione da far firmare ai propri dipendenti, in cui i lavoratori si impegnavano a non togliersi la vita, dopo gli undici suicidi e altri due operai ridotti in fin di vita. Come previsto, però, questo insolito espediente non ha funzionato. Ciò che potrebbe cambiare le cose, invece, sarebbe una seria analisi sugli orari di lavoro estenuanti, le brevi pause per il pranzo e il riposo nei dormitori, con gli operai perennemente lontani da casa. Forse, complice anche l'interessamento dell'opinione pubblica, anche la Foxconn dovrà iniziare a prendere seri provvedimenti. O almeno se lo augurano il milione di dipendenti dell'azienda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • feltroni

    27 Maggio 2010 - 18:06

    in cui metteranno le reti all'esterno di Palazzo Grazioli...

    Report

    Rispondi

  • lizzola

    27 Maggio 2010 - 17:05

    Se sulla popolazione di 300.000 lavoratori Foxconn si applicasse lo stesso tasso di suicidi della popolazione cinese in generale (13.9 per 100.000 persone-ultimo dato del 1999) ci si dovrebbe aspettare una quarantina di suicidi. Considerato che alla Foxconn i suicidi dall'inizio di quest'anno sono stati 10 ci si può prospettare un totale di meno di 25 suicidi annui, ben al di sotto della media nazionale cinese. Chi ne volesse sapere di più e legge l'inglese può andare al seguente sito: http://seekingalpha.com/article/207233-what-s-behind-the-foxconn-suicides?source=email

    Report

    Rispondi

blog