Cerca

EasyJet chiederà i danni per lo stop ai voli causati dal vulcano

Forse la denuncia della compagni abritannica non sarà la sola

EasyJet chiederà i danni per lo stop ai voli causati dal vulcano
La compagnia aerea EasyJet sta preparando una denuncia per chiedere alle autorità di controllo dei voli del Vecchio Continente di risarcire i danni derivati dalla chiusura degli spazi aerei durante l’emergenza della nube di cenere causata dall'eruzione del vulcano islandese Eyafjallajokull.

Forse la denuncia della compagnia britannica non sarà la sola: «Ci lavoriamo con altre compagnie, anche non low cost», ha spiegato il presidente di EasyJet, Andy Harrison, intervenendo a un seminario economico in Germania. Un’iniziativa analoga era già stata annunciata dalla Lufthansa.   

Secondo Harrison, infatti, non è giusto che i danni gravino solo sulle compagnie europee, soprattutto dopo che molte misure cautelari si sono rivelate eccessive. La EasyJet, che è la seconda compagnia low cost in europea, ha quantificato i danni subiti
per gli stop ai voli nel mese di aprile con una cifra che spazia tra i 50 e i 75milioni di euro. Oltre alla soppressione dei voli, la compagnia ha dovuto sopportare il costo dei pasti e dell’alloggio in albergo per i passeggeri bloccati all’estero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    31 Maggio 2010 - 12:12

    la prossima domenica che piove e non posso fare la gitarella in campagna anche io chiederò i danni !

    Report

    Rispondi

blog