Cerca

L'Iran fa rotta verso la Striscia di Gaza

Due navi con aiuti umanitari salperanno alla fine di questa settimana. I Pasdran pronti a scortarle

L'Iran fa rotta verso la Striscia di Gaza
L’Iran sfida il blocco di Gaza. La Mezzaluna Rossa (l’equivalente arabo della Croce Rossa) invierà, alla fine di questa settimana, due navi di aiuti umanitari. I Guardiani della rivoluzione, corpo scelto del regime iraniano, si sono detti disponibili a scortare tutte le navi dirette verso la Striscia di Gaza se riceveranno l’ordine dell’ayatollah Ali Khamenei. A riferirlo è l’agenzia di stato iraniana, l’IRNA.

Aiuti - «Una delle due imbarcazioni trasporterà dei beni per la popolazione, l’essenziale per cure mediche e cibo. Sull’altra ci saranno i volontari della Mezzaluna». Sono le dichiarazioni di Abdolaruf Adibzadeh, direttore internazionale dell’organizzazione iraniana.

Reclutamento - Il corpo di volontari non sarà composto da vecchie leve dell’organizzazione, i metodi di reclutamento non sono chiari. «I volontari che vogliono andare a Gaza e aiutare il popolo oppresso della Palestina occupata – ha precisato Adibzadeh – possono registrarsi sul sito della Mezzaluna Rossa».

Provocazione – I recenti tentativi della Freedom Flotilla sono stati respinti, con le cattive il 31 maggio e con le buone il 5 giugno. «Le forze navali dei Guardiani della rivoluzione sono pronte a scortare le navi che trasportano gli aiuti umanitari provenienti dal mondo intero per la popolazione oppressa di Gaza». L’avvertimento di Ali Shirazi, rappresentante della guida suprema presso i Pasdaran, incendia la missione. I Guardiani della rivoluzione sono pronti a scortare il convoglio di aiuti umanitari “facendo uso delle loro capacità e dei loro equipaggiamenti”. Israele è avvertito, l’Iran cerca lo scontro.

Intanto, la marina israeliana ha aperto il fuoco questa mattina contro  un’imbarcazione con a bordo “cinque palestinesi armati, vestiti con tute da sub, che si dirigevano verso nord”.  Un portavoce dell’esercito israeliano ha reso noti questi dettagli senza fornire  altre indicazioni. Quattro salme recuperate in mare e portate all’ospedale di Gazai e un disperso, ha confermato Hamas

La denuncia di Frattini - L'ipotesi che l'Iran accompagni le navi umanitarie a Gaza è "un chiaro segnale alla comunità internazionale che Teheran vuole prendere il controllo di Gaza. È prima di tutto contro Hamas", è la dichiarazione del ministro degli Esteri Franco Frattini, rilasciata nel corso della conferenza stampa con il capo del Foreign Office William Hague.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • powerinvest

    08 Giugno 2010 - 20:08

    Sarà felice Israele, adesso che ha innescato una catena a reazione, con quel folle di Ahmadinejad in testa! Stavolta bomba atomica? BiBi? Gli imitatori sono sempre più pericolosi, perchè hanno il tempo per studiare meglio la mossa! Israele ha compiuto un capolavoro con la flottiglia, cosè si è innescata un'escalation che ci porta chissa dove e non è solo un problema tra Israele ed Iran, coinvolge tutte le comunità internazionali" Complimenti, siete dei grandi!

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    08 Giugno 2010 - 14:02

    devo purtroppo constatare che il peccato di cui mi accusa, ha influenzato anche lei. Se era partito dal presupposto di un esempio domandansosi come mai si difendeva a spada tratta israele, quando nulla le dovevamo e se, cadendo nel razzismo che era tipico dei nazisti ( gli ebrei prestano denaro a strozzo e tengono l'economia per le p....!, quindi per questo vanno condannati se non puniti), si innalza nei confronti di questa massa che al contrario suo, difende l'idea di uno stato, unico democratico checchè se ne dica o piaccia, in quella zona del medio oriente, avendo una visione (termine fu mai più indovinato e calzante) superiore, ha sbagliato di grosso. La difesa di Israele in una fascia di terra che era sua e che abbandonò in virtù di un'accordo non rispettato, soprattutto da hamas (che se ha letto da qualche parte usa gli aiuti umanitari per creare consenso), va pervicacemente portata avanti. che la cosa le piaccia o meno, nessun problema, ma abbia il rispetto per l'altrui pensiero

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    08 Giugno 2010 - 08:08

    Ci sono gli arabi che remano contro la pacificazione tra palestinesi ed israeliani, sin dalla fondazione dello stato di Israele di Ben Gurion.L'egiziano Nasser ,chiamto alla guida degli eserciti arabi si ebbe due sonore sconfitte da fargli digrignare i denti. Ed Israele cosa doveva fare, se non occupare i territori conquistati con due guerre vinte? Tornare daccapo a zero, come a scopone? Nonostante tutto restituì i territori all'Egitto, con un giacimeto petrolifero da loro scoperto. Nasser morì con delirio di popolo, (come Mussolini) e l'Egitto si ritirò dalla contesa. Resta il livore degli altri stati arabi,maxime l'Iran dei due pazzi furiosi, Amadinehjad e Khamenei, che non fanno altro che ripetere che Israele deve sparire dalla faccia della terra. Israele ha un piano, chiamato piano Sansone, che se si avverassero le minacce dei due pazzi, scomparirebbe dalla faccia della terra, portandosi appresso tutta la fascia arabo-musulmana. Aspettiamo gli eventi.

    Report

    Rispondi

  • lapolide

    08 Giugno 2010 - 08:08

    Padova, 8 giugno 2010. Ho letto ieri 7 giugno su "Il Messaggero" e rispondo...a modo mio: -" L'Iran: manderemo tre navi a Gaza Tensione con Israele: una provocazione...." ATTENTA ISRAELE ! L'ora della riscossa del tuo Popolo è scoccata. Risorgi e non NON TEMERE ! Torna ad essere, di fronte al Mondo, la Nazione di sempre.......FORTE, LIBERA E INDIPENDENTE ! Il principio della fine dell'IRAN ti spetta di diritto. Le sue navi cariche di terroristi di Al Qaeda, falsi Pacifisti anche dell’ "Italian Stalin ",succubi mercenari, amici di Gaza e di Hamas, devono sparire. Dacci prova della tua FORZA! ORA BASTA, E’ IL MOMENTO DI AGIRE. lapolide. ( Avevo incitato la Redazione de "Il Messaggero" di avere, per una volta, il coraggio di pubblicare questa mia mail, che rispecchia la VOCE dell'ALTRA PARTE D’ITALIA LIBERA….. quella che "LORO della gauche" detestano…ma invano.).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog