Cerca

Bosnia: operaio di cantiere edile scopre fossa comune

Sono stati rinvenuti i resti di almeno cinque persone. Tutti presumibilmente musulmani

Bosnia: operaio di cantiere edile scopre fossa comune
Una fossa comune di presunte vittime della guerra civile bosniaca del 1992-95 è stata rinvenuta nell’Est del paese per via di un’autista di un mezzo per lo spargimento di ghiaia durante dei lavori di edificazione edilizia.

La macabra scoperta risale al mese di maggio, ma è stata resa nota solo ora dalle autorità bosniache, allertate dall’autista che ha distinto resti umani nel sito in cui lavorava, nella cittadina di Bratunovac, nella Repubblica Srpska, l’entità serba della Bonsia. Lo ha confermato il procuratore, Emir Ibrahimovic.

Presumibilmente, dunque, le salme sono quelle di civili musulmani rimasti vittime della pulizia etnica operata dalle truppe serbo bosniache nei territori orientali della Bosnia. Diversi testimoni hanno confermato che all’inizio della guerra, i musulmani furono espulsi o uccisi a Bratunovac. Le operazioni di scavo avviate oggi dagli esperti hanno portato, sino ad ora, al ritrovamento dei resti di almeno cinque persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    09 Giugno 2010 - 16:04

    mi fa piacere che dalle parole di un ritrovamento si sia giunti alla conclusione della provenienza ..."religiosa" dei corpi rinvenuti! Sicuramente, visto che in quella guerra morirono solo mussulmani, e che le altre morti, come dire naturali, fossero state sospese nel periodo bellico, devono essere mussulmani per forza. Ma come si fa ad insinuare una notizia con parole simili? Se fosse stata data solo la notizia del ritrovamento di cinque cadaveri, avevate paura che nessuno l'avrebbe letta?

    Report

    Rispondi

blog