Cerca

Il Mondiale inizia con un lutto: morta la nipote di Mandela

Accusato di omicidio colposo un parente che era alla guida della vettura. Sud Africa-Messico finisce 1-1

Il Mondiale inizia con un lutto: morta la nipote di Mandela
Tragedia in casa Mandela all’inaugurazione dei Mondiali - Non li vedrà Zenani Mandela, di soli 13 anni, stroncata da un incidente stradale: la bisnipotina dell’ex presidente sudafricano è morta stanotte, dopo il concerto che ha aperto a Soweto, Johannesburg, per le celebrazioni del grande evento calcistico. A dare la tirste notizia è lo stesso ufficio di Nelson Mandela.

Accusato l'autista - «Zenani Mandela, 13 anni, era in automobile e tornava dal concerto di avvio del Mondiali allo stadio Orlando quando è avvenuto il fatale incidente - afferma il comunicato della Fondazione Mandela - Una sola vettura è rimasta coinvolta e nessun altro è rimasto ferito». Secondo la polizia però nella macchina c'era anche la ex moglie del presidente sudafricano, Winnie Madikizela-Mandela, che è stata portata all’ospedale nel centro di Johannesburg. Responsabile dell’incidente sarebbe l’autista della vettura su cui viaggiavano: è stato arrestato e sarà accusato di omicidio colposo. Una tragedia nella tragedia poiché alla guida c'era un parente della ragazza. La Fondazione inoltre spiega: «Zenani, che aveva festeggiato il 13esimo compleanno il 9 giugno, era la maggiore dei figli di Zoleka Seakamela, e una delle nove bisnipotine di Nelson Mandela».

Mancata partecipazione alla partita
- Dopo la promessa di essere in tribuna nello stadio di Soccer City "almeno per un quarto d’ora" per la partita di apertura "Sudafrica-Messico" in programma per questo pomeriggio, Nelson Mandela, 92 anni a luglio, a seguito del lutto che ha colpito la sua famiglia non assisterà al match inaugurale. A dare la notizia è stata la sua stessa fondazione.

Sudafrica -Messico - Finisce 1-1 la prima partita dei Mondiali 2010. Il Sudafrica è andato in vantaggio dopo un primo tempo difficoltoso grazie alla zampata mancina di Siphiwe Tshabalala a inizio ripresa. Ovviamente grande la bolgia dei tifosi, con le vuvuzelas scatenate. Nel secondo tempo recupera il Messico, al 79', con una rete firmata da Rafael Marquez.
 Stasera alle 20.30 il programma del primo turno del Gruppo A si chiuderà con il match di Città del Capo tra Uruguay e Francia. Nella seconda giornata il Sudafrica affronterà mercoledì prossimo l'Uruguay a Pretoria, mentre il Messico se la vedrà con la Francia giovedì a Polokwane. L’Italia è campione del mondo uscente e lunedì debutterà affrontando il Paraguay alle 20.30 a Città del Capo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • danianto1951

    11 Giugno 2010 - 12:12

    non me ne importa niente per una canaglia che portato il suo popolo indietro di secoli per interessi personali e della sua cricca.

    Report

    Rispondi

  • bastaaa

    11 Giugno 2010 - 10:10

    poverino quest'uomo. Quanto dolore nella sua tormentata vita.

    Report

    Rispondi

blog