Cerca

Inondazione in Francia. Venti i morti; in 22mila senza elettricità. Terminate le operazioni di salvataggio

Le piogge imperversano ancora in Bangladesh e Birmania. Un centinaio le vittime

Inondazione in Francia. Venti i morti; in 22mila senza elettricità. Terminate le operazioni di salvataggio
Sono venti le vittime delle piogge torrenziali che si sono abbattute sul Sud Est della Francia, più precisamente nel dipartimento della Var.
Torrenti d’acqua fangosa straripati ed inondazioni sulle montagne alle spalle della Costa Azzurra sono state alcune delle terribili conseguenze delle violente piogge, davvero eccezionali per la stagione.

Numerosi comuni sono stati allagati e circa 20.000 abitazioni sono rimaste senza elettricità. 
Le piogge cadute nella giornata di martedì hanno aumentato spropositamente i livelli delle acque senza dare così la possibilità ai francesi di cercare rifugi d’emergenza, nelle zone più alte del Paese, ed alla Protezione Civile di organizzarsi tempestivamente per le operazioni di soccorso. I vigili del fuoco hanno effettuato in poche ore oltre 600 interventi  con il supporto delle forze degli altri dipartimenti, alcuni uomini della zona ed otto elicotteri.

Centinaia le persone intrappolate nelle automobili, nelle abitazioni e sui tetti delle case. Un funzionario del dipartimento della Var afferma con certezza di non avere “mai visto nulla di simile da un decennio. Sono centottanta i millimetri di acqua caduti al suolo e cresciuti in pochissimo tempo”.
Le vittime sono originarie di Draguignan, Luc-en- Provence, Les Arcs, Muy, Roquebrune sur Argens.

I servizi di emergenza sono attualmente impegnati nelle operazioni di sgombero e ripristino delle zone colpite dagli alluvioni. Prioritario il ripristino delle linee elettriche e la fornitura di acqua, unitamente al ritorno delle normali attività, a scuola e negli ospedali.

Disagi anche per il trasporto pubblico.




BIRMANIA E BANGLADESH-  Disastroso il bilancio delle vittime anche in Birmania a causa delle incessanti piogge torrenziali cadute in questi giorni.
Ad oggi sono almeno 46 le vittime degli alluvioni e delle frane. Danneggiati ponti, strade, case e capanne, situate sulle colline. Tragica ed insostenibile la situazione per gli abitanti del Paese.

Sempre nella stessa zona, ma sul confine, nel sud- est del Bangladesh, le precipitazioni continuano a creare vittime. Il bilancio dei morti è salito a 55. Migliaia sono i senzatetto e gli sfollati, rimasti senza casa ed alcuni ancora bloccati nei villagi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vittoriov

    16 Giugno 2010 - 14:02

    ...pensa polemiche, se fosse successo in Italia...

    Report

    Rispondi

blog