Cerca

Spagna, chiesto il divieto del burqa negli spazi pubblici

Il Senato ha approvato una mozione dell'opposizione conservatrice

Spagna, chiesto il divieto del burqa negli spazi pubblici
Il Senato spagnolo ha approvato una mozione dell’opposizione conservatrice che chiede al governo il divieto negli spazi pubblici del burqa e del niqab, i veli islamici che coprono quasi per intero la donna. Questo è quanto riferisce il sito di "El Mundo". La mozione è stata approvata con i voti del Partido Popular (Pp), dei nazionalisti catalani di Convergenzia i Unio (CiU) e dei navarri di Upn che hanno sommato 131 consensi, mentre hanno votato contro 129 senatori.

Il risultato del voto ha ribaltato i pronostici. Dopo che vari comuni catalani avevano proibito l'uso di questi veli negli spazi comunali, il Pp catalano ha presentato nelle scorse settimane una mozione al Senato per chiedere al governo una legge similare ma di portata nazionale. Il Psoe ha effettivamente presentato ieri una controproposta,  firmata da tutti i gruppi meno il Pp, che puntava invece sulla prevenzione, l'integrazione culturale e sull'uso delle leggi attuali per affrontare il problema dei veli integrali in pubblico, e che sembrava sarebbe stata approvata oggi.

A spostare l'ago della bilancia è stato il CiU, che ha accettato di votare la proposta di proibizione del Pp se questa avesse incluso anche punti della proposta socialista. Il quarto punto della mozione approvata chiede di «utilizzare le facoltà che concede in nostro ordinamento giuridico e che si proceda a regolare la proibizione dell'uso del burqa o del niqab per garantire eguaglianza, libertà e sicurezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • renatarossi

    25 Giugno 2010 - 11:11

    ... a che punto siamo? Aspettiamo tentennando ,mentre i giudici una volta decidono che scannare le figlie è cultura e tradizione,altri,bontà loro,mandano qualcuno in galera (a nostre spese,peraltro )? Meno male che c'è la Lega,che,se smettesse di sproloquiare,ci farebbe sentire meno ansiosi...

    Report

    Rispondi

blog