Cerca

La Grecia si vende le isole

Per superare la crisi economica e fare cassa Atene ricorre a estremi rimedi: da Mykonos a Rodi tutte in vendita e in affitto

La Grecia si vende le isole
La crisi colpisce la Grecia e il Paese si difende vendendo le isole. Per fare cassa e ripagare il gigantesco debito contratto con i partner europei e il Fondo monetario internazionale, dà al miglior offerente Mykonos, Rodi e tutte le altre. Così almeno si legge sul quotidiano britanniaco The Guardian.

L'idea sarebbe almeno di affittare a lungo termine le isole. e sembra che le offerte dai miliardari di tutto il mondo non manchino. Secondo il giornale Mykonos sarebbe in vendita, per quel terzo di proprietà del governo, e un superricco, ancora non identificato, avrebbe già intenzione di costruire nell’area un resort. Investitori potenziali
, soprattutto russi e cinesi, sarebbero in lizza anche per l’acquisto di Rodi. Secondo il sito "Private Island" specializzato nella vendita di atolli ai miliardari l’isola Nafsika sarebbe già in vendita per 15 milioni di euro. Ma il prezzo di altre piccolissime isole non supera i 2 milioni.

Delle seimila terre in mezzo al mare solo 227 sono comunque abitate, le altre sono mini-atolli su cui è difficile costruire infrastrutture. "Sono molto triste - ha detto Makis Perdikaris, direttore di Greek Island Properties - la vendita spero sia l'extrema ratio". Il manager comunque non disdegnerebbe l'affitto a lungo termine "che servirebbe a creare necessarie infrastrutture".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robin-ud

    27 Agosto 2012 - 18:06

    La Grecia sta facendo ogni sforzo per far cassa e ripagare i debiti. Tutto questo colpisce nell'orgoglio quel popolo . Anche noi abbiamo parecchi debiti e potremmo seguire l'esempio : perchè non vendiamo la Sicilia ? Qualcuno maligno si chiede se c'è chi la comprerebbe. ROBIN-UD

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    27 Giugno 2010 - 20:08

    Quando un Paese si accorge nei fatti che il Banco ha barato, i giocatori che poi sono i cittadini, hanno tutto il diritto di chiedere a tutti i giocatori che hanno svuotato le casse del Banco di rimettere il denaro vinto con artificio. Tutti dovrebbero domandarsi chi sono coloro che hanno tanti di quei euro che nemmeno loro sanno ? -E allora, perchè prima di vendersi anche l'anima, non si istituisce una Struttura Giuridica economica per indagare sugli illeciti super arricchimenti e quando si è provato,procedere al sequestro dei predetti beni a favore delle casse dell'erario. Se ben ricordo, dopo la guerra si fece qualcosa del genere contro coloro che in forza delle loro cariche politiche rubarono a rotto di collo le casse dello Stato. Si faccia quanto detto e il popolo sarà con chi avrà il coraggio di fare ciò.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    27 Giugno 2010 - 09:09

    la Lombardia e il resto del nord se lo compererebbero subito gli Svizzeri, ma poi come vivrebbe il resto dell' italia ?

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    26 Giugno 2010 - 19:07

    Per disinvestire profiquamente è necessario la cessione di attività appetibili;ve ne sono da noi?Molto meglio contratti di permuta!?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog