Cerca

Attacco talebano alla base di Jalalabad

Il blitz è scattato alle 8 con l'esplosione di un'autobomba. I sei terroristi sarebbero stati uccisi

Attacco talebano alla base di Jalalabad
Talebani all’attacco di una delle più imponenti basi delle truppe internazionali della Nato questa mattina in Afghanistan. L’aeroporto di Jalalabad, infatti, è stato attaccato intorno alle ore 8 italiane da un commando talebano e gli scontri sarebbero terminati da pochi minuti. Da quel poco che è trapelato, almeno un’autobomba sarebbe stata fatta esplodere all’ingresso della base e alcuni terroristi sarebbero riusciti a introdursi nell’insediamento.
La notizia degli scontri è stata data sia dall’Alleanza Atlantica che dell’amministrazione locale.
"Gli assalitori non sono riusciti a entrare nella base", ha dichiarato Ian Baxter, un portavoce della Forza Internazionale d’Assistenza alla Sicurezza (Isaf) in Afghanistan, senza fornire ulteriori dettagli.

Bilancio – Ovviamente discordanti i dati sugli scontri. Secondo i Mujahid, negli scontri sono morti o rimasti feriti decine di soldati afghani e stranieri. Al contrario le fonti dell’esercito della Nato, citate dalla tv araba “al-Jazeera”, parlano di sei kamizake uccisi (ossia tutti quelli che hanno partecipato all’attacco) e un solo soldato americano ferito.
Nonostante queste rassicuranti dispacci dati dalle forze di sicurezza della Isaf, gli elicotteri da combattimento americani stanno ancora sorvolando la zona dove si trova la più importante base militare statunitense nell’area orientale dell’Afghanistan, alla ricerca di altri terroristi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sasal

    30 Giugno 2010 - 13:01

    io,con il mio modestissimo parere,vorrei dire,che la violenza qualunque essa sia,il terrorismo etc etc e' da condannare in modo assoluto. pero' i talebani non e' che hanno proprio tutti i torti;cioè anche se i midia,televisioni,giornali che fanno comunicazione nei cosiddetti paesi industrializzati e civili,dicono che l'occidente,in prima linea con gli usa,la nato,si recano in questi paesi per missioni umanitarie,ma che missioni umanitarie del cavolo,purtroppo la maggior parte della gente ragiona per quello che appunto dicono le tv,i giornali e anche i politici. noi siamo li solo per nostro interesse e,non perche' come dicono per liberare il popolo dai talebani,riportanto la democrazia,sono interessi mondiali,dove centra la banca mondiale,FMI,il fono monetario internazionale,le nazioni unite. il petrolio, la vendita di armi etc allora dico per esm.in uganda perche' non si e' intervenuti?e' come quando sento che il nostro p.del consiglio sta al governo x salvare l'italia ahahahah

    Report

    Rispondi

blog