Cerca

Israele non si scuserà con la Turchia

Il 31 maggio la marina israeliana assalì un'imbarcazione della Freedom Flotilla che trasportava aiuti umanitari a Gaza

Israele non si scuserà con la Turchia
 Israele non chiederà scusa alla Turchia per il raid contro la nave Mavi Marmara che trasportava aiuti umanitari a Gaza. Lo ha annunciato oggi il premier Benjamin Netanyahu, dichiarando in un'intervista: "Non chiederemo scusa perché i nostri soldati hanno dovuto difendersi per evitare di essere linciati dall’equipaggio".

Lo scorso 31 maggio tre unità della marina israeliana hanno intercettato e attaccato un'imbarcazione turca della "Freedom Flotilla", la missione di organizzazioni non governative internazionale partita dal porto cipriota di Nicosia con aiuti umanitari per i palestinesi di Gaza. L'attacco sferrato nella notte dalla marina militare israeliana contro il convoglio delle sei navi pacifiste è stato condotto a 70 miglia nautiche fuori dalle acque territoriali di Israele.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    03 Luglio 2010 - 21:09

    non vi è motivo per scusarsi

    Report

    Rispondi

blog