Cerca

Scudo spaziale. Il progetto Obama incassa l'ok polacco

La Clinton firma l'intesa a Cracovia. "Non è una minaccia per la Russia". Ma Mosca è critica: "Non serviva"

Scudo spaziale. Il progetto Obama incassa l'ok polacco
Nonostante le rimostranze della Russia, lo scudo spaziale si farà. Stati Uniti e Polonia hanno infatti firmato a Cracovia un nuovo accordo sul sistema di difesa antimissile, il quale sostituirà il vecchio progetto di scudo spaziale sostenuto da George Bush e osteggiato insistentemente dal colosso russo.

Differenze – In effetti le analogie rispetto al progetto della vecchia amministrazione a stelle e strisce sono poche. Se la prima versione Bush (abbandonata nel settembre 2009) prevedeva l'installazione di un radar potente in Repubblica Ceca, associato a dieci intercettori di missili balistici di lunga gittata in Polonia (con una potenzialità d’attacco maggiore), il nuovo scudo è destinato a intercettare missili di breve e media gittata, dopo una rivalutazione della minaccia balistica iraniana.
“La Polonia preferisce la nuova versione del progetto – ha ricordato il ministro degli esteri polacco Radoslaw Sikorski –. È fondato su una tecnologia esistente, cosa che aumenta la probabilità che funzioni e sia efficace".

Rassicurazioni Clinton – Con il ministro polacco, era presente il Segretario di Stato americano Hillary Clinton, la quale ha curato l’intera trattativa.
“Lo scudo aiuterà a proteggere il popolo polacco e tutti in Europa, i nostri alleati e gli altri, dalla minaccia posta dall’Iran. Gli Stati Uniti sono interessati alla collaborazione con la Russia sul tema della difesa antimissile e a tal proposito ribadisco che lo scudo non è una minaccia per la Russia; anzi, la collaborazione fra Washington e Mosca in questo campo è di comune interesse".

Reazione Russia - L'intervento della Clinton non è certo piaciuto al ministro degli Esteri russo
Andrei Nesterenko che, tramite il suo portavoce, ha espresso "sconcerto" per una dichiarazione del segretario di Stato Usa.
"Si è sconcertati di fronte alle accuse di Hillary Clinton secondo le quali la Russia non sarebbe pronta al dialogo sulle questioni della difesa antimissilistica con gli Usa o la Nato. Stiamo negoziando su questi temi sia su base bilaterale con i nostri partner americani e polacchi sia nel forma del Consiglio Russia-Nato", ha detto Nesterenko in un comunicato pubblicato sul sito internet del ministero.
"A luglio dello scorso anno i presidenti della Russia e degli Stati uniti hanno approvato chiare linee guida per tali attività: prima fare un’analisi congiunta dei pericoli missilistici e poi concordare raccomandazioni per possibili reazioni con l’uso prioritari di metodi politici e diplomatici, prima di passare a
misure congiunte tecnico-militari".
Evidentemente, però, gli Usa hanno bypassato questo secondo step, passando direttamente alla fase successiva. Una scelta che però non convince i russi.
"Oggi non esistono minacce missilistiche in Europa tali da rendere necessario il dispiegamento di un sistema di difesa missilistica vicino ai confini russi", conclude il comunicato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    04 Luglio 2010 - 16:04

    A quanti pensavano che Obama,scardinasse tutta la politica internazionale impostata da Bush e suoi predecessori.Non è mica come in Italia,che pur di intralciare chi non ci piace,si arriva a fare una politica disfattista,infamando il Paese perfino all'estero,col....muoia Sansone con tutti i filistei;dalla serie masochisti !Quì siamo negli States,si ama la nazione con orgoglio,non come in Italia che si finge di cantare l'Inno col cuore,mentre con la mente si fanno disegni propri di casta.

    Report

    Rispondi

  • AndreF

    04 Luglio 2010 - 13:01

    credevo che i polacchi fossero più furbi....gli USA hanno i loro interessi personali nel progetto ma i polacchi se pensano che lo scudo spaziale li renda più sicuri fanno un errore madornale.....finirà solo per irritare nei loro confronti il gigante russo e renderli un SICURO bersaglio per la risposta russa che sicuramente non si farà attendere.....la storia a certe persone non insegna proprio nulla....senza contare che lo scudo missilistico fatto per interessi unicamente statunitensi danneggerà i buoni rapporti che la vecchia Europa ha con Mosca riportandoci ad un clima di guerra fredda(i russi rimetteranno i missili contro l'europa...non molto lontano basta dall'enclave di Kaliningrad) e che vista la nostra dipendenza dal gas russo ci rende ricattabili.In sostanza gli USA ci guadagnano ma noi tutti Europei ce la prendiamo nel........(vi lascio immaginare)

    Report

    Rispondi

blog