Cerca

L'accusatrice di Sarkozy ritratta in parte

Conferma il finanziamento illegale per le elezioni, ma sulle tangenti regolari ora dice: "Le ricevevano in tanti, non solo il presidente"

L'accusatrice di Sarkozy ritratta in parte
Ritrattazione parziale di Claire Thibout, l’ex contabile di Madame Bettencourt. Una ritrattazione, però, che non cambia l'accusa a Sarkozy di aver incassato una tangente da 150 mila euro per la campagna elettorale del 2007. Nell'interrogatorio di ieri - dopo che la ragioniera si era dileguata nel sud della Francia, confusa e impaurita per le rivelazioni pubblicate lunedì, anche perché non sopportava più le incursioni dei giornalisti sotto il suo ufficio - Thibout conferma la storia della mazzetta. "Monsieur de Maistre (il gestore dei conti all'estero della Bettencourt) mi chiese prima delle elezioni del 2007 di prelevare 150 mila euro. Gli domandai perché una tale somma e lui mi rispose che doveva organizzare una cena con Woerth (attuale ministro del Lavoro, all'epoca tesoriere di Sarkozy, ndr) e che tutto doveva svolgersi con l'intermediazione di Bettencourt. Gli dissi che non era possibile utilizzare il denaro in quel modo. Lui si arrabbiò". Comincia così la ricostruzione. Poi prosegue spiegando che lei non poteva prelevare più di 50 mila euro (montante massimo consentito dalla Bettencourt alla sua delegata) e che un responsabile della BNP aveva detto direttamente a de Maistre che superare quella soglia avrebbe allertato la sezione antiriciclaggio della polizia parigina. "Allora - continua Thibout - misi i soldi in una busta e de Maistre mi disse che si sarebbe arrangiato per il resto". In che modo? "A questo servono i conti in Svizzera" commentò il gestore del patrimoni dell'ereditiera.

De Maistre e Woerth negano categoricamente. A supporto del primo sono state depositate le agende del 2007, nelle quali non appare mai come impegno o appuntamento "cena con Woerth". Questo non significa molto, ma non può nemmeno essere trascurato. E Claire ripete: "So che la cena c'è stata, me lo disse lo stesso de Maistre...". Nella serata i due contabili saranno messi uno di fronte all'altro per un faccia a faccia.

La data - Secondo mediapart.fr, Claire Thibout indicò la data del 26 marzo 2007 per il prelievo. La data non è stata confermata e la stessa contabile ha precisato di non aver mai stabilito una data durante l'intervista, anche se Mediapart ribadisce che tutto ciò che è stato riportato corrisponde al resoconto fatto dalla Thibout in presenza di un testimone.

I soldi, "tanti politici hanno ricevuto denaro" - Il grande cambiamento nella deposizione di Claire Thibout riguarda le presunte tangenti versate dal 1983 al 2002 da Bettencourt a Sarkozy, mentre era sindaco di Neuilly. Definisce "romanzate" le storie di mediapart sulle bustarelle consegnate regolarmente all'inquilino dell'Eliseo. In realtà, "tanti politici hanno ricevuto denaro", ma "io non ho mai visto il passaggio dei soldi". D'altra parte "i coniugi Bettencourt erano persone molto generose". Alcuni nomi dei frequentatori della dimora l'Oreal? Pierre Messmer, Madame Pompidou, la copia Chirac, Edouard Balladur, Bernard Kouchner, Danielle Mitterrand, Nicolas Sarkozy e, di recente, Eric Woerth.






Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog