Cerca

Islamabad: si schianta aereo. A bordo 152 passeggeri. Muoiono tutti

Il velivolo, della compagnia "Airblue", è precipitato sulle colline della capitale pachistana

Islamabad: si schianta aereo. A bordo 152 passeggeri. Muoiono tutti
Un aereo della compagnia "Airblue"  è precipitato nei pressi di Islamabad. A bordo del velivolo viaggiavano 146 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio. L'aereo, era partito da Karachi ed era diretto nella capitale pachistana. Ma, stando alle prime informazioni diffuse, il velivolo, per cause ancora da accertare, si è schiantato sulle colline che circondano la capitale. Alcuni testimoni hanno riferito di averlo visto volare molto basso prima di precipitare vertiginosamente al suolo, nella zona di Margalla Hills.
"È una tragedia enorme, davvero grave" ha commentato Malik, intervistato da una tv locale del Pakistan.
Islamabad, proprio in queste ore, è colpita da una pioggia battente che rende molto più complicate le operazioni di soccorso. Airblue è una compagnia aerea privata con sede a Karachi, la seconda più grande del Pakistan.

Secondo le prime verifiche e fonti della Farnesina, ancora ufficiose, non ci sarebbero stati italiani a bordo dell'aereo che stava percorrendo la tratta interna Karachi- Islamabad. E il Ministro della Difesa, Chaudhry Ahmed Mukhtar, ha escluso qualunque ipotesi di sabotaggio e ha aggiunto: "Non è plausibile neppure alcuna ipotesi di attacco terroristico".

Nessun sopravvissuto- Non è sopravvissuta nessuna delle 152 persone che erano a bordo dell’aereo di linea. La notizia, annunciata dal capo della Polizia della capitale, è stata confermata dal Ministro degli Interni pachistano.  "Tutti i corpi sono stati trovati. Secondo le informazioni che abbiamo erano 149 le persone a bordo, anche se rimane difficile fornire un numero esatto dal momento che la maggior parte dei corpi è mutilata", ha dichiarato il poliziotto, Bani Amin.
L'aviazione civile, invece, avrebbe segnalato che erano 152 le persone che si trovavano a bordo del velivolo. La conferma dell'immane tragedia è arrivata anche dal Ministro degli Interni, Rehman Malik, che ha riferito all'emittente televiva locale "Express Tv" che "Nessuno è sopravvissuto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog