Cerca

Sarkozy contro i clandestini: "Troppi diritti"

Il presidente francese vuole ridurre i benefici per gli immigrati irregolari, revocare la cittadinanza ai criminali "stranieri" e smantellare i campi rom

Sarkozy contro i clandestini: "Troppi diritti"
Dopo l'annunciato smantellamento dei campi rom bulgari e romeni, la Francia torna a occuparsi di sicurezza puntendo il dito contro gli immigrati regolari e non. In un lungo intervento in occasione della presentazione del nuovo prefetto di Isère, a Grenoble, il presidente Nicolas Sarkozy assicura che userà il pugno duro contro i cittadini francesi di origine straniera che creano scompiglio. Ai criminali "immigrati" che sono stati accolti nel Paese verrà revocata la cittadinanza.

La cittadinanaza - Non è casuale che la proposta venga lanciata da Grenoble. Nella città del sud est di recente si sono verificati scontri tra la polizia e i giovani di una banlieue, a seguito dell'omicidio di un rapinatore di origine straniera da parte degli agenti. "Non possiamo esitare a rivedere i motivi che possono portare alla perdita della nazionalità francese" ha detto il presidente. "La nazionalità francese deve poter essere ritirata a tutte le persone di origine straniera che volontariamente attentano alla vita di un poliziotto o di chiunque altro rappresenti l’autorità pubblica". Inoltre, Sarkozy vuole che l’acquisizione della nazionalità per i minori nati in Francia da genitori stranieri, una volta raggiunti i 18 anni, non sia più un diritto, se delinquono.

I clandestini - E il pugno duro colpisce anche gli immigrati irregolari. "Mi auguro che si valutino i diritti e le prestazioni cui oggi hanno accesso gli stranieri clandestini. Una situazione irregolare non può conferire più diritti di una situazione regolare e legale". Non è chiaro a quale diritto facesse riferimento in particolare il presidente francese, ma è probabile che si riferisse all’assistenza medica.

I rom - Infine Sarkò torna sui nomadi: "Dobbiamo porre fine allo sviluppo selvaggio dei campi Rom. Sono delle zone al di fuori della legalità che non possono essere tollerate" sottolineando che entro la fine di settembre "saranno smantellati i campi che sono già stati oggetto di un’ordinanza del tribunale". "Per i campi su cui non c'è stata ancora una decisione dei giudici, faremo in modo che si intervenga al più presto. Entro tre mesi, voglio che almeno la metà di questi accampamenti sparisca dal territorio francese" ha concluso il presidente.




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chaim

    02 Agosto 2010 - 20:08

    Non si preoccupi, la scala sociale la salgono spacciando e rubando: poverini, mi fanno tanta pena...

    Report

    Rispondi

  • Chaim

    01 Agosto 2010 - 00:12

    Si potrebbe fare cosi': permesso di soggiorno lavorativo concesso al cittadino straniero solo su invito di societa' italiane, durata 1 anno, rinnovabile. Permesso di soggiorno per studenti: eta max 30 anni, votazioni e frequenza dimostrabili: durata un anno, rinnovabile. Ricongiungimenti familiari: possibili se il capofamiglia puo' dimostrare un reddito sufficiente al mantenimento della famiglia. La Cittadinanza Italiana non si concede a nessuno. Inoltre, il cittadino extracomunitario che compia reati di carattere penale, verra' immediatamente caricato sul primo aereo in partenza per la sua nazione d'origine.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    31 Luglio 2010 - 21:09

    Sarcò ha dimenticato quando il padre fuggi dall'Ungheria perchè non gradito alle SS naziste essendo di origine ebraica. Sarcò,molti tuoi connazionali in quei territori occupati dai nazisti portavano sul petto lo stemma di davide "stella a cinque punte" perchè fossero sempre riconosciuti come reietti. Sarcò,come hai potuto dimenticare ciò che ha passato la povera gente sotto il tallone del prepotente e oggi, Tu ti atteggi da prepotente verso chi ora è debole come eri Tu,la Tua gente e i Tuoi genitori. E' vero che la delinquenza va combattuta senza se e senza ma, ma ti sei domandato cosa hai fatto affinchè quella povera gente potesse salire almeno un gradino di questa maledetta scala sociale dei ricchi ? Sarcò,ripensaci e datti da fare per aiutare la povera gente e non ti comportare come si comportarono i nazisti. Uno che combatte i nazisti,ancora vivente.

    Report

    Rispondi

  • LILLUM

    31 Luglio 2010 - 21:09

    Per / luigigiggi1962 . Cosa significa razza ? Gli italiani come i francesi per sapere la razza bisogna salire, indietro di qualche centinaia d'anni. Siamo tutti esseri umani , uguali . Adesso bisogna vivere con il "metissage" ed'è questo il futuro. Cos'è questo odio e disprezzo per quello che è diverso di noi. Sarebbe meglio pensare che non sono lore (gli stranieri " diversi di noi, ma noi diversi di loro. Ho vissuto un anno in africa e mi sono vergognata del colore della mia pelle, sapendo che in africa i bianchi hanno la "réputation " di essere razzisti. Odio questo mondo che fa la differenza dzegli esseri umani. e gli animali cosa ne facciamo ? Non dimenticate la seconda guerra mondiale..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog