Cerca

Chavez fa pace con la Colombia

Intermediazione argentina. Vertice con il nuovo presidente di Bogotà: "Abbiamo cancellato la parola guerra dal vocabolario"

Chavez fa pace con la Colombia
Un faccia a faccia per sistemare tutto. Colombia e Venezuela fanno pace dopo aver interrotto i rapporti diplomatici il 22 luglio e dopo un breve periodo di alta tensione. Il nuovo presidente colombiano Juan Manuel Santos – insediatosi sabato al posto del suo mentore, Alvaro Uribe - al termine del suo incontro con il collega venezuelano Hugo Chavez, avvenuto nella città colombiana di Santa Marta, annuncia la ripresa delle relazioni bilaterali. Il luogo scelto per il colloquio ha un forte valore simbolico: i due presidenti si sono incontrati nel castello dove Simon Bolivar, eroe dell’indipendenza di entrambi i paesi, morì il 17 dicembre 1830. "Il risultato è molto positivo. Abbiamo deciso di ristabilire i rapporti diplomatici e di lanciare una roadmap per approfondire e far progredire tutti gli aspetti dei nostri rapporti", ha dichiarato Santos. "Fidel Castro aveva ragione la scorsa  notte dicendo che non vedeva la possibilità di una guerra", ha commentato Chavez, riferendosi all’ex presidente cubano. "Hai detto di aver eliminato la parola guerra dal tuo vocabolario-  ha aggiunto il caudillo venezuelano guardando il suo interlocutore - e così ho fatto io". I due leader hanno poi ringraziato l’ex presidente argentino Nestor Kirchner che ha mediato fra i due paesi nel suo ruolo di segretario generale dell’Unione delle  Nazioni Sudamericane. A sottolineare il nuovo clima, Chavez si è presentato all’incontro con un mazzo di garofani rossi per il ministro degli Esteri colombiano, Maria Angela Holguin.

Chavez aveva ordinato l’anno scorso un congelamento dei rapporti diplomatici con la Colombia dopo che Bogotà aveva concesso agli Stati Uniti l’uso di sette basi militari. Il 22 luglio il presidente venezuelano ha interrotto i rapporti diplomatici dopo che Uribe aveva accusato pubblicamente il Venezuela di ospitare sul suo territorio 1500 guerriglieri delle Farc colombiane. All’incontro di Santa Marta, Chavez ha smentito nuovamente di   aver concesso aiuto alle Farc. "Se avessi sostenuto i guerriglieri, e ricordate che sono presidente da 11 anni, si sarebbe visto, con risorse, armi. Ma noi non li sosteniamo, che non ci siano dubbi. Fin dal 1999 ho detto più volte che non vi è futuro per la lotta armata dei ribelli colombiani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alphacento

    12 Agosto 2010 - 10:10

    ogno dittatore fa patire il popolo per i suoi interessi, indipendentemente dalla sua pseudo fede politica/religiosa

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    12 Agosto 2010 - 08:08

    Se sei tutto quello che hai scritto, ti aggiungo, sei anche molto MONA, patentato. O sei catto o sei komunista il tuo partito non te lo permette. Chavez fara il TOFO, perche' causera' martiri e morti se non dovesse venire eletto il 26 settembre. Lui e' una CAMICIA ROSSA sua uniforme e ne vedremo delle belle. Chi rispetta chi. Fidel Castro?, ma vai a cagare, tu comunista lo rispetti, e' un dittatore comunista, buffone. Te lo ripeto, vai da lui che ti rompono sai cosa se fiati. La costituzione poi, te le raccomando. Ci sono tante di quelle cose da cambiare,scritte solo per parare il kulo a voi komunisti, non certo per tutti gli italiani. Poi, guarda, sei anche terrone chissa' in una seccessione. Dovrai andare a lavorare.Xalphacento sara' bolivarista, ma e' un dittatore che fara' patire il popolo per i suoi interessi, come tutti i komunistini.

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    11 Agosto 2010 - 14:02

    Non sono abituato a rispondere alle persone, però se provocato!! Sono italiano-catto-terron-comunista-giustizialista e non vedo il motivo di lasciare il mio Paese per Cuba,Venezuela,USA,Svizzera o altro, sto bene qui. Piuttosto sono i Bossian-secessionisti che non si trovano bene in Italia e li invito a prendere il treno Milano-Chiasso,..L'Italia agli Italiani (l'Italia quella vera, quella della Costituzione del '48 , non quella della Costituzione P2ista)

    Report

    Rispondi

  • alphacento

    11 Agosto 2010 - 14:02

    Chavez è ideologicamente bolivarista e non comunista. Se vuole parlare di una persona (bene o male che sia) almeno s'informi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog