Cerca

Obama con i musulmani: "Moschea su Ground Zero"

Il presidente americano dà il via libera alla costruzione, ma gli stessi musulmani starebbero pensando di abbandonare il progetto

Obama con i musulmani: "Moschea su Ground Zero"
"I musulmani hanno gli stessi diritto a praticare la loro religione di chiunque altro in questo Paese”. Con queste parole Barack Obama appoggia il progetto per la costruzione di un centro culturale islamico e di una moschea sul terreno di Ground Zero a Manhattan. Alla cena dell’Iftar organizzata dalla Casa Bianca, che rompe il digiuno del Ramadam, il presidente americano si schiera a favore dell’edificazione di un luogo di culto islamico sul suolo in cui sorgevano le Torri Gemelle, abbattute l’11 settembre 2001: “Capisco le emozioni che questo progetto solleva, Ground Zero è un posto sacro. Questa è l’America e il nostro impegno per la libertà religiosa deve essere saldo. Il principio secondo cui le persone di tutte le fedi sono benvenute in questo paese, e non saranno  trattate in modo diverso dal governo, è essenziale per ciò che siamo”. Un invito alla tolleranza quello di Obama. “La causa di al Qaeda non è l’Islam, è una volgare distorsione dell’Islam. Al Qaeda ha di fatto ucciso più musulmani che  persone di altre religioni e questa lista include i musulmani innocenti uccisi l’11 settembre”.

Contrario il candidato Repubblicano governatore per lo stato di New York, Rick Lazio, perché “il Presidente continua a non ascoltare i newyorkesi”. A New York, “con oltre cento moschee, non è una questione di religione, ma di sicurezza”.

A togliere le castagne dal fuoco per Obama, però, potrebbero essere gli stessi leader musulmani coinvolti nel progetto. Secondo
il sito del quotidiano israeliano Haaretz, infatti, i proprietari dell'immobile starebbero pensando di rinunciare a costruire la tanto discussa moschea vicino a Ground Zero.
Alla base della decisione la volontà da parte dei mussulmani di non scatenare un'ondata di ostilità religiosa e anche dei problemi finanziari: secondo l'Haaretz, infatti, mancherebbero anche i fondi necessari per l'ambizioso progetto che, secondo le prime stime, costerebbe centinaia di milioni di dollari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Alex67va

    25 Agosto 2016 - 22:10

    i musulmani hanno solo un diritto: essere bruciati!!

    Report

    Rispondi

  • fcole

    17 Agosto 2010 - 23:11

    Non sarebbe stato affatto corretto impedire la costruzione di una moschea a Ground Zero, gli islamici hanno il diritto cm tutti i cittadini di costruire dove è permesso. Un rifiuto tra l'altro avrebbe rischiato di creare un incidente diplomatico con le autorità islamiche.

    Report

    Rispondi

  • dubimai54

    16 Agosto 2010 - 20:08

    QUANDO TRA 50 SAREMO ESTINTI COME CULTURA E COME IDENTITA' DI RELIGGIOSA I I FUTURI ITALIANI LEGGENDO NEGLI ARCHIVI NAZZIONALI IL PERCHE' CI SIAMO ESTINTI DIRANNO:PERCHE' TROPPO LIBERALI E LAICI!! TUTELIAMO I DIRITTI DEGLI ALTRI DIMENTICANDOCI I NOSTRI!SIAMO LIBERALI,E PER OGNI COSA DIMENTICANDOCI CHE LA COSTITUZIONE SCRITTA 50 ANNI FA'NON AVREBBE PREVISTO CHE NOI ITALIANI AVREMMO ACCETATO EMIGRANTI AFRICANI E NON COMPLETAMENTE DIVERSI DA NOI:LA LORO CULTURA E RELIGIONE MENTRE NOI ACCETTIAMO E LA LORO "DIVERSITA' LA DICHIARIAMO COME UN DIRITTO DELLA COSTITUZIONE DOVE OGNI INDIVIDUO HA IL DIRITTO DI PROFESSARE IL PROPRIO CREDO,LORO NON SOLO NON ACCETTANO NOI,E TANTO MENO LA NOSTRA RELIGIONE E CULTURA NELLA NOSTRA TERRA,MA PRETENDONO CHE COSTRUISCONO LE LORO MOSCHEE IN CONFLITTO TOTALE CON LE NOSTRE CHIESE,CI ODIANO,NON CI SOPPORTANO,E COME INSEGNARE A UN CANE A MIAGOLARE!!!E PURE NOI DIAMO RAGIONE PERCHE' LA NOSTRA COSTITUZIONE LO IMPONE..CI ESTINGUEREMO DANDOCI: BRAVO SEI UN LAICO..

    Report

    Rispondi

  • mab

    16 Agosto 2010 - 17:05

    e non sono come noi che parliamo tanto ed agiamo niente, questo progetto ,semprechè vada in porto, ho la sensazione che non porterà nulla di buono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog