Cerca

India: sacrificio umano su una bambina di 4 anni

Un esorcista avrebbe suggerito ai genitori di uccidere la figlioletta per ottenere più ricchezza

India: sacrificio umano su una bambina di 4 anni
Una coppia residente in un piccolo villaggio dello stato settentrionale dell'India, Uttar Pradesh, ha "sacrificato" la figlioletta di soli 4 anni a una divinità locale per ottenere più ricchezza. A riportare la notizia è l'agenzia "Ians" che cita alcune fonti della Polizia che hanno ritrovato il corpo senza vita della piccola circondato da incensi, fiori e altri oggetti sacri utilizzati nelle cerimonie religiose induiste.

Gli investigatori hanno da subito sospettato un caso di sacrificio umano, fenomeno abbastanza frequente nelle zone più arretrate nel Nord dell'India. La bambina presentava ferite su tutto il corpo, causate da oggetti appuntiti. Sempre secondo i poliziotti sarebbe stato un tantrik, ossia una sorta di esorcista che pratica sacrifici, a suggerire alla coppia di uccidere la figlioletta, promettendo che sarebbero diventati ricchi.

I genitori e il santone, una volta compiuto lo scempio, si sarebbero poi immediatamente dati alla fuga. Alcuni abitanti del villaggio, che sorge a una ottantina di chilometri dal capoluogo di Lucknow, avrebbero sentito le urla della piccola e avrebbero intravisto il santone uscire dall'abitazione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petercreative

    20 Agosto 2010 - 10:10

    ... Se veramente si tratta di cultura, usanza, religiosità profondamente radicate nella coscenza identitaria di una tribù o popolo che sia, perchè dopo il sacrificio genitori e santone sono scappati? Voglio dire, se ritenevano di aver fatto la cosa giusta, perchè se la sono data a gambe come fanno i comuni ladri o assassini? Se la risposta è che avevano paura del carcere allora il loro senso religioso non vale un soldo bucato e quella povera piccola sarebbe morta per un soldo bucato... e questo aggiungerebbe il paradosso alla tragedia. Pregherò per te piccola!

    Report

    Rispondi

  • Mario Galaverna

    19 Agosto 2010 - 10:10

    e questa sarebbe la MERAVIGLIOSA ricchezza culturale tanto agognata dai sinistroidi. Il FANTASTICO apporto della spiritualità ORIENTALE al nostro grezzo materialismo.

    Report

    Rispondi

  • Roulen

    19 Agosto 2010 - 08:08

    Povera piccola! Sei già in Cielo angioletto

    Report

    Rispondi

  • castalia

    18 Agosto 2010 - 22:10

    si inorridisce di fronte ad un simile fatto, e si percepisce come la globalizzazione e gli spostamenti di popoli hanno portato al fatto che induisti, islamici, animisti e tutti gli immigrati che approdano all'Europa portano con se un bagaglio di arretratezza senza misura, poichè sono i poveri che abbandonano i loro paesi e non i benestanti; sono i poveri quelli culturalmente indietro e i vanitosi occidentali che si credono faro di civiltà credono di poter fronteggiare questi movimenti epocali ma soccomberanno a queste invasioni barbariche. La storia non ha insegnato! Le nostre città sono diventate sudice e non ci sono amministrazioni in grado di tenerle pulite. La sicurezza non c'è più, furti, stupri, accoltellamenti in nome della libera circolazione delle merci (che arricchisce pochi e danneggia tutti) e delle persone. E' ora di ribellarci a questo buio medioevo a cui ci stanno consegnando in nome di una finta superiorità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog