Cerca

La calciatrice iraniana perde il velo e ora teme la sanzione

Alle Olimpiadi giovanili la squadra di Teheran si presenta "coperta" contro le turche "occidentali"

La calciatrice iraniana perde il velo e ora teme la sanzione
Olimpiadi giovanili a Singapore. Finale femminile di calcio per il terzo posto. In campo due squadre “musulmane” con costumi diversi. Le ragazze turche in abbigliamento occidentale, tipico vestiario da squadra di calcio: calzettoni al ginocchio e maglie a maniche corte. Dall’altra parte il “fondamentalismo” iraniano: calciatrici coperte dalla testa ai piedi a eccezione di mani e volto. Basta lo chador per giocare, non serve il velo integrale. Alla fine vincono le turche, ma non è il risultato sportivo a fare notizia. Durante la partita, Shirafkannejad – una calciatrice iraniana -  tenta un intervento e perde il copricapo. Peggio di un autogol. Le compagne capiscono la disperazione e accorrono spaventate (nella foto) aiutando l’amica a “rimettersi in ordine”. Pochi secondi a testa scoperta potrebbero costare caro al rientro in Patria. Per la Repubblica islamica, anche se involontario e sfortunato, è pur sempre un delitto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chaim

    25 Agosto 2010 - 17:05

    Ma Hiroshima e Nagasaki, cosa c'entrano?

    Report

    Rispondi

  • tanuzzu51

    25 Agosto 2010 - 07:07

    dare liberta al viso......................................

    Report

    Rispondi

  • brutus

    24 Agosto 2010 - 23:11

    Grande disprezzo per una società che applica leggi insensate e grottesche. Ciò non toglie che la giovane conoscesse i rischi e quinde avesse deciso di assumerne le conseguenze. Non dimentichiamo che anche in europa ci sono donne che si sottomettono volontariamente all'islam. Non facciamone una tragedia. Fà schifo e basta.

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    24 Agosto 2010 - 23:11

    Benedetto che ne dici? Li facciamo entrare in casa nostra con la loro cultura? Peroperi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog