Cerca

Obama pronto a tagliare le tasse

Alla NBC il presidente ammette che l'economia americana non sta correndo. "Servono nuove misure, ma non ho la bacchetta magica"

Obama pronto a tagliare le tasse
Lo hanno criticato, rinfacciandogli che il miracolo americano tanto sventolato in campagna elettorale stava diventando un incubo; i sondaggi lo danno sempre più in declino per popolarità e affidabilità politica; e pure i dati di crescita più opachi del previsto lo hanno messo sulla graticola.
Insomma per il presidente americano Barack Obama non è uno dei momenti più felici. Anzi, il titolare della Casa Bianca ha deciso di tornare a parlare da New Orleans davanti alle telecamere della NBC per difendere il suo operato e per spronare il Congresso a Stelle e Strisce ad adottare nuove misure per rilanciare lo stato di salute economico della potenza americana.

Non ho la bacchetta magica –
"L'economia americana è ancora in crescita ma non cresce alla velocità che servirebbe – ha esordito il 44° presidente Usa –. Purtroppo non esiste una bacchetta magica che risolva tutti i problemi. C'è da percorrere una lunga strada, proprio come qui a New Orleans per il disastro petrolifero".
Qualcosa, però, il Parlamento può fare.
"Esiste una serie di misure che possiamo adottare. Nessuna di queste è di per sé la soluzione a tutti i problemi, tuttavia ci sono alcune soluzioni per aiutare le piccole imprese ad accedere al credito e per eliminare le tasse sui capital gains, che sarebbe un incentivo per loro a reinvestire adesso i loro utili".

Tagliare le tasse -  Una delle proposte del presidente americano, che sa tanto di ritorno al passato, è di valutare un taglio delle tasse alle imprese e alla classe media. Di solito, il taglio delle tasse è appannaggio dello schieramento repubblicano...ma l'amministrazione di Obama è pronta a tutto pur di dare una scossa al sistema economico a stelle e strisce.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcoenrico

    31 Agosto 2010 - 09:09

    ...che qui nessuno ne sentirà la mancanza. E' veramente curioso come si trovi ancora qualcuno che riesca a dar credito o fiducia (in Italia) al peggior presidete USA di tutti i tempi. Programma a parte (che non esisteva) da quando è stato eletto ha cercato di fare la riforma sanitaria: nulla. Poi ha cercato di limitare il potere alle banche: nulla. Quindi blatera da almeno un anno che vuole riformare la Borsa di WallStreet. Naturalmente ha fatto nulla. Grande pacifinto (non pacifista) ha aumentato le truppe in Afganistan. Però una cosa l'ha fatta. Ha rititrato le truppe dall'Iraq. Ritiro deciso, oraganizzato ed iniziato da Bush... però Oba-Oba l'ha finito. In ritardo ma lo ha finito. Cos'ha fatto in 2 anni? Nulla. Un mare di parole inutili. Dimenticavo, un orto di 4 m2 alla Casa Bianca. Vorrei vederlo ora, se c'é ancora. E adesso il ciarlatano cosa ci viene a dire? Che non ha la bacchetta magica. Ma pensa, non ce l'ha! E chi ci avrebbe creduto? Ma quando lo cacceranno con i forconi?

    Report

    Rispondi

  • ludmilla

    31 Agosto 2010 - 00:12

    l'elezione di obama era stata salutata da un entusiasmo fuori misura enfatizzando soprattutto il fatto che venissae eletto per la prima volta un presidente di colore,certo ,però, per governare non basta solo l'entusiasmo( in questo caso soprattutto di elettori e di osservatori) si decide giorno per giorno,ci sono leggi da costruire e decisioni da affrontare,non credo che obama abbia sin qui agito male e soprattutto ha mostrato anche l'umiltà necessaria di riconoscere gli sbagli commessi .le sue riforme ,da quella sanitaria alla promessa di abbassare le tasse sono un pò a metà,metà è comunque meglio di niente.speriamo che continui a lavorare anche perchè...la cina è vicina,questa è la nuova realtà con cui si dovrà e ci dovremo confrontare.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    30 Agosto 2010 - 19:07

    In italia abbiamo tasse a livelli astonomici per colpa dell'evasione fiscale. In america già pagano meno tasse di noi perchè l'evasione fiscale è minore. Obama se lo dice le abbasserà veramente le tasse.

    Report

    Rispondi

blog