Cerca

Nasconde nell'armadio, per 25 anni, le tre figlie nate morte

Una quarta figlia è stata sepolta. La tragedia, scoperta da un'altra figlia della donna, è successa vicino a Liverpool

Nasconde nell'armadio, per 25 anni, le tre figlie nate morte
Tre bambine, di cui due gemelle, erano nell’armadio avvolte in carta di giornale e vecchi stracci e rinchiuse in sacchetti di plastica con un dei profumi per l’ambiente per eliminare l’odore. Una quarta bimba è stata sepolta regolarmente in un cimitero. I corpicini occultati da Bernadette Quirk, di 55 anni di St. Helens vicino a Liverpool, sono stati trovati da un’altra figlia della donna, Joanne Lee che ha lanciato l’allarme.

La 55enne, alcolizzata, ha perso le tre bambine che son nate morte ma anziché denunciare il fatto o chiamare il medico ha deciso di tenere tutto nascosto. La figlia della Quirk era a conoscenza solo di una gravidanza, proprio della piccola sepolta a St. Helens verso la fine degli anni '90. Le altre tre bimbe sono nate tra il 1985 e il 1995, proprio dopo la fine del suo matrimonio e in un periodo in cui beveva molto.

Come riporta il sito del “The Sun”, la donna è stata incriminata per omicidio. Intanto si stanno cercando le cause della morte: secondo il medico legale le piccole presentano anomalie legate alla crescita, in particolare alle ossa.

Il detective che si occupa del caso, Nei Bickley, ha affermato che non è possibile risalire all’identità dei padri considerato che la donna ha avuto un numero non precisato di amanti per colpa dello stile di vita caotico che ha tenuto in quel periodo della sua vita. L'avvocato difensore della donna, Ian Morris, ha detto: "Bernadette non ricorda molto di quegli anni e descrive quel periodo della sua vita come confuso però ha chiarito che le bimbe erano tutte nate morte". Infatti la donna non ricordava nemmeno di aver messo al mondo l'ultima bambina e non ha nemmeno spiegato perché ha conservato i resti delle altre bambine.

Il giudice del caso, Henry Globe, non esclude che la donna possa andare in prigione. La sentenza di condanna da parte del tribunale di Liverpool arriverà, molto probabilmente, entro un mese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog