Cerca

Turchia, esplode un minibus. Morte 12 persone

Si teme che il bilancio possa aggravarsi. L'ordigno è stato fatto scoppiare con un telecomando al passaggio del veicolo

Turchia, esplode un minibus. Morte 12 persone
Dodici persone, che stavano viaggiando su un minibus, hanno perso la vita in una esplosione questa mattina nella zona sud-est della Turchia.

Secondo la tv “al-Jazeera” un ordigno è esploso al passaggio del mezzo. Secondo una fonte del  governatorato locale, citata dalla stessa emittente, l’ordigno è esploso a pochi chilometri di distanza dalla città di Hakkari, capoluogo dell’omonima provincia, colpendo un minibus che trasportava civili in un villaggio della zona.

Secondo le autorità locali dietro questo attentato c’è la mano dei ribelli curdi del Partito del lavoratori del Kurdistan (Pkk) che ad agosto aveva dichiarato il cessate il fuoco fino al 20 settembre. Al momento si pensa che il bilancio delle vittime possa salire nelle prossime ore poiché ci sarebbero molti feriti, tra cui diverse donne e bambini.

Questo attentato giunge proprio a pochi giorni di distanza dal "Sì" definitivo al referendum costituzionale per il rafforzamento dei poteri del Governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    16 Settembre 2010 - 15:03

    E chi vuole intendere intenda!! http://it.peacereporter.net/articolo/24157/Narcoguerra

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    16 Settembre 2010 - 12:12

    E' la dimostrazione pratica che la Turchia si sta allineando agli altri paesi islamici come fanatismo islamico. Finora Erdogan è riuscito a coprire tale fanatismo con un apparente moderazione politica mentre sta sgretolando dall'interno la salvaguardia della Turchia a tale propensione, costituita dall'esercito ormai allo sbando fra processi vari intentati contro gli alti ufficiali che lo garantivano. Già la Turchia non apparteneva geograficamente, religiosamente, culturalmente, nè come lingua e tradizioni all'Europa entro cui la si voleva far entrare di riffa o di raffa, adesso un simile ingresso sarebbe una violenza contro i popoli europei un vero aprire le porte al nemico. L'Unione Europea, tra l'altro, sarebbe da liquidare perchè nessuno la vuole o l'ha mai voluta, solo i politici e i banchieri e i grandi gruppi economici hanno spinto finora contro la volontà dei loro stessi popoli e senza chiedere autorizzazione alcuna alla cessione di sovranità.

    Report

    Rispondi

  • SENATORI

    16 Settembre 2010 - 10:10

    E la Turchia vorrebbe far parte dell'Unione Europea? Ma mi faccia il piacere!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog