Cerca

Resta paralizzata facendo una lezione di lap dance

Può comunicare con il mondo solo attraverso un computer che legge il movimento dei suoi occhi

Resta paralizzata facendo una lezione di lap dance
Durante una lezione di lap dance si è letteralmente spezzata l’osso del collo. Debbie Plowman, 32enne di Haxby vicino York in Gran Bretagna, è caduta a pochi centimetri da terra ma ha riportato danni serissimi alla colonna vertebrale. È completamente paralizzata: ora può comunicare solo attraverso il movimento dei suoi occhi interpretati da un computer.

La tragedia è avvenuta poco prima dello scorso Natale. Conduceva una vita normale, lavorando come cassiera in un supermercato, sposata e con due figli: Jack di 5 anni e Ruby di 2. Insieme alle sue amiche partecipava a un corso di lap dance, così per divertimento. Il marito Chris racconta: «Era a una trentina di centimetri da terra, quando è scivolata ed è caduta proprio sulla testa per fortuna una delle sue amiche è un'infermiera e sapeva cosa fare, altrimenti sarebbe sicuramente morta».

La situazione era gravissima. Dopo un primo ricovero presso l’ospedale di York, la donna è stata trasferita a Hull e successivamente, in elicottero, al Northern General Hospital di Sheffield. Lì è rimasta per nove mesi.

«È stato tutto a dir poco surreale - ha raccontato ancora Chris - ci sentiamo sempre come se queste cose possano succedere solo agli altri, mai a noi. Questa è stata, ed è un'esperienza terribile per me e i miei figli - prosegue - Debbie era, ed è, una madre fantastica ed una moglie meravigliosa, la persona più onesta e gentile che un uomo possa incontrare siamo sposati da sette anni, e stiamo insieme da 14».

La famiglia di Debbie sta raccogliendo fondi per le cure della donna. Negli ultimi tempi, racconta il marito, la donna è riuscita a muovere leggermente il collo, spalle e addome nonostante provi dolori fortissimi alle braccia. I medici non sanno quanti e quali progressi la donna potrà fare nei prossimi anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog