Cerca

Afghanistan, morto n.1 di Al Qaeda

Sarebbe successo sabato scorso in un attacco aereo americano nelle zone tribali del Pakistan

Afghanistan, morto n.1 di Al Qaeda
E’ stato ucciso il comandante delle milizie di al Qaeda in Afghanistan e Pakistan, lo sceicco egiziano Fateh al Misri. Lo hanno riferito fonti della sicurezza di Islamabad. Il capo militare sarebbe  morto sabato scorso, nell’attacco di un drone Usa che lanciato missili sulle zone tribali del Pakistan, al confine con l’Afghanistan. Nelle ultime settimane, la Cia aveva aumentato notevolmente gli attacchi armati in queste aree montane, da tempo rifugio di talebani afghani.

Lo sceicco Fateh avrebbe assunto il ruolo di comandante della rete del terrore nel maggio scorso, dopo la morte dell’ex tesoriere di Osama bin Laden, Mustafa Abu al-Yazid.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    28 Settembre 2010 - 21:09

    semplice..in filosofia un mio professore soleva dire: l'opportunità è una cosa da applicare quando serve! Trova motivo di non applicare tale "opportunità" per paura? allora l'occidente è perduto! Cordialità

    Report

    Rispondi

  • brutus

    28 Settembre 2010 - 20:08

    Sarebbe una soluzione radicale anche se un po' eccessiva. Per il resto del mondo islamico, non si preoccupi, staranno tutti tranquilli. È solo la nostra stupida mansuetudine che li ringalluzzisce. Noi non abbiamo niente da perdere, anzi. Tutto sommato un pensierino ci si potrebbe anche fare.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    28 Settembre 2010 - 18:06

    indubbiamente con qualche bomba atomica si risolverebbe il probleme, poi però bisognerebbe sterminare tutto il resto dell'islam, non lo so quanto sia opportuno...

    Report

    Rispondi

  • allengiuliano

    28 Settembre 2010 - 18:06

    sia vero. Solo che tagliando una testa all'idra al Qaeda, di teste ne escono altre ancora più sanguinarie, ci vorrebbe uno sfoltimento in quelle zone con una bomba atomica! I civili di quelle zone sono conniventi e non hanno meno colpa di quelli appartenenti a quella schifosa organizzazione.

    Report

    Rispondi

blog