Cerca

Al Qaida voleva sferrare un attacco in Europa

Il complotto aveva base in Pakistan. Nel mirino dei terroristi c'erano città della Francia, Gran Bretagna e Germania

Al Qaida voleva sferrare un attacco in Europa
Poteva essere una grande strage. Terroristi, con base in Pakistan e legati ad Al Qaida e ai talebani, stavano progettando di colpire Londra e altre grandi città in Francia e Germania. Esattamente come accadde nel 2008 quando sono stati organizzati una serie di attacchi simultanei, del gruppo integralista islamico Lashkar-e-Taiba, a Mumbai in cui persero la vita 166 persone. A dare la notizia è la britannica Sky news sul suo sito online, citando fonti dell’intelligence.

La notizia del complotto terroristico contro l'Europa è giunta proprio mentre a Parigi, per la seconda volta in due settimane, è stata evacuata per un allarme bomba, poi rientrato, la Tour Eiffel. Il progetto era giunto a una fase "avanzata ma non imminente", ha affermato il responsabile degli esteri di Sky, Tim Marshall , ed è stato sventato grazie alla cooperazione e allo scambio di informazioni dei servizi segreti di Gran Bretagna, Francia, Germania e Stati Uniti.

Le agenzie di intelligence avevano già "da qualche tempo" individuato e posto sotto sorveglianza i capi del complotto anche se si ignorano gli esecutori materiali. Non si sa neanche se siano già giunti in Europa. Secondo Marshall, all'azione per sventare i progettati attentati è legato l'aumento record di attacchi missilistici da parte di droni americani nella regione pachistana del Waziristan: 20 nell'ultimo mese.

"Ritengo - ha detto Marshall - che diversi di questi attacchi fossero mirati contro i leader di questo particolare piano terroristico, che probabilmente aveva una 'connessione' in Europa da parte di Al Qaida e probabilmente anche dei talebani. Diversi leader - ha aggiunto - sono stati uccisi e questo é il motivo per cui la minaccia terroristica non si è concretizzata".

Poi per l’allarme bomba a Parigi,
Marshall ha detto: "Non significa necessariamente che fosse un bersaglio ma mostra quanto francesi siano nervosi". Alcuni giorni fa il ministro dell'Interno francese Brice Hortefeux ha parlato di un rischio "reale" di azioni terroristiche, mentre il capo della polizia ha confermato che esiste un "importante rischio di attentati". Una settimana fa il ministro della Sicurezza interna Usa, Janet Napolitano, ha ammonito che in tutto l'Occidente, Europa compresa, è aumentata la minaccia terroristica da parte di gruppi estremisti islamici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    29 Settembre 2010 - 15:03

    La caduta del muro di berlino dimostra la caduta delle false ideologie, quella comunista e qualla fascista. Quella cattolica è ideologia fondata su DOGMI, per cui anche se parla d'amore io ai DOGMI non credo. Punto! Non c'è altro da dire se non che i valori di una persona non sono legati nè alle ideologie nè tantomeno alle fedi religiose!

    Report

    Rispondi

  • ubik

    29 Settembre 2010 - 14:02

    La caduta del muro di berlino dimostra la caduta delle ideologie!!! Appunto! E' esattamente il contrario di quello che sostieni tu! IO NON HO IDEOLOGIE!!! HO DEI VALORI CHE SONO I MIEI NON ME LI INSEGNA NESSUN POLITICO!!! NON ME LI DETTA NESSUNA RELIGIONEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE ALTRIMENTI SAREI UN BUFFONE COME TE...

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    29 Settembre 2010 - 13:01

    Figuriamoci se non mancava il sostenitore di sinistra degli islamici! Ubik chi pensa che tutte le religioni siano uguali sono quelli come te, rimasugli dei fanatici di sinistra che non riescono a prendere atto che la loro causa era sbagliata e che la stessa realtà l’ha dimostrato con la caduta simbolica del muro di Berlino. Capisco che è dura vedersi crollare l’universo che ci si era creati intorno a mò di una accogliente e sicura placenta materna, ma il persistere significa solo incapacità d’elasticità mentale e incapacità nell’osservazione della realtà. Sai cosa dicono gli orientali di chi commette un errore? Dicono che tutti possiamo fare un errore, anzi può essere sintomo e aiuto di crescita della persona, ma allo stesso tempo dicono che chi rifà lo stesso identico errore non è altro che uno stupido, peggio che un animale, perché anche questi imparano dai propri errori e non li ripetono più. Coloro che generalizzano cose, idee, religioni e fatti diversi sono degli stupidi perché anche il più cretino degli esseri umani sa che non esiste niente di uguale a questo mondo, ogni cosa ha le sue peculiarità e diversità da cose similari. Un essere umano può essere un assassino e un’altro un santo, si può generalizzare dicendo che sono entrambi uomini ed esseri umani ma quando tale generalizzazione vuole arrivare a dire che le loro peculiarità individuali sono la stessa cosa, allora si può dire che ci si trova di fronte ad un cretino che non sa vedere al di là del proprio naso con il suoi sensi e il suo intelletto e che fantastica navigando nell’irrealtà delle sue convinzioni. Posso capire che uno non creda alle religioni in genere, in fin dei conti è un atto di fede non necessariamente condivisibile se uno la fede non la trova in sé. Tuttavia ogni religione ha le sue peculiarità che sono completamente diverse l’una dall’altra. Dire che una religione come quella cristiana che parla di amore e di perdono e di libero arbitrio delle singole coscienze fino a giungere al sacrificio di sé medesimo, come lo stesso Cristo ha dimostrato, sia la stessa cosa di quella di Maometto che parla di uccidere e conquistare chi non crede nelle proprie idee, d’ingannare, torturare, violentare, assassinare, sottomettere con la violenza così come Maometto ha dimostrato di fare lui stesso e che gli islamici devono prendere ad esempio non in una coscienza libera e individuale ma in sottomissione totale al suo dettato senza se e senza ma, con una coscienza inesistente e risiedente nel dettato stesso che giustifica e incita a tali azioni, allora vuol dire essere completamente cretini o in malafede. E’ inutile che mi parli della Lega o di altri partiti o movimenti politici, non riesci a capire nemmeno questo! Non sono le generalizzazioni politiche di tutti costoro che m’interessano o a cui presto fede ma al buon senso e alle mie capacità d’analisi che non sono disponibili solo a me ma a tutti, perché tutti le hanno se vogliono. In quanto al diritto di tutti costoro che ci hanno invaso senza chiedere il permesso e utilizzando politici nostrani d’accatto che hanno tradito il loro stesso popolo, cosa che alcuni continuano allegramente a fare giustificando la cosa con i buonismi, l’umanità le leggi e altre fesserie simili, vedrai che quando la “pentola” sarà sotto pressione, l’esplosione li spazzerà via tutti, invasori e traditori e la cosa non potrà che essere così, con le buone o con le cattive. Cerca di rientrare nei ranghi della tua gente prima che la cosa accada perché poi non ci sarà più niente da fare e ti troverai di fronte alla nuda e cruda realtà. Non cadere dalle nuvole poi!

    Report

    Rispondi

  • ubik

    29 Settembre 2010 - 12:12

    Prova a pensare a chi delle religioni (cattolici musulmani ebrei, senza alcuna distinzione) non importa proprio niente, anzi le detesta tutte, guarda che non sono pochi... Prova a pensare che gli extracomunitari entrano e basta, non è che li chiama qualcuno o li vuole ospitare qualcuno, non è che chiedono il permesso a coloro ai quali sta sulle palle la lega! Voglio dire, sono vent'anni che rompete con questi extracomunitari e non è cambiato nulla. Però continuate a brontolere a lamentarvi... Ma chi vi sopporta!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog