Cerca

Germania in festa a vent'anni dalla riunificazione

Celebrazioni in tutto il Paese domenica. Atteso anche il pagamento dell'ultima rata del Trattato di Versailles

Germania in festa a vent'anni dalla riunificazione
Sarà un fine settimana speciale per la Germania, attesa da due eventi storici di grande portata.

Riunificazione - In primo luogo la potenza europea festeggerà domenica 3 il ventesimo anniversario della sua riunificazione, avvenuta appunto il 3 ottobre 1990, con l’adesione ufficiale della Rdt alla Repubblica Federale Tedesca, un evento epocale che pose fine ad un periodo di oltre 4 decenni di divisione tra Repubblica federale, costituita il 23  maggio 1949 e Repubblica democratica, costituita il 7 ottobre dello stesso anno.
La divisione del paese fu sancita dalla Guerra Fredda e culminò nella costruzione del Muro di Berlino, il 13 agosto 1961. Dal 1949 a quella data, 2,7 milioni di persone erano fuggite dalla Rdt. Ma il 13 agosto venne chiuso anche l’ultimo passaggio aperto a Berlino. Il Muro divideva in due il paese. Il cammino che portò alla rivoluzione pacifica culminata nel crollo del Muro iniziò con le manifestazioni di protesta contro il regime della Sed (Partito socialista unificato), nel settembre 1989, proseguì con le fughe di massa di cittadini tedeschi orientali e culminò poi con lo storico annuncio dell’allora ministro tedesco degli Esteri Hans Dietrich Genscher che, la sera del 30 settembre dal balcone dell’ambasciata tedesca in Cecoslovacchia, dichiarava aperta la via dell’espatrio.
Sulle celebrazioni di domenica, però, si temono le azioni dei gruppi di estrema sinistra, i quali su internet stanno lanciando appelli per delle azioni di sabotaggio. Già da diversi giorni, riporta il sito online della Bild, si ripetono episodi di vandalismo e di razzie nella città del nord della Germania, dove sono previsti i tre giorni di festeggiamenti. La città di Brema ha stanziato 2,1 milioni di euro per garantire la sicurezza durante i tre giorni (dal 1 al 3 ottobre), una cifra superiore a quella stanziata per i festeggiamenti stessi. Nel 1994, i festeggiamenti vennero celebrati a Brema in un clima di forte tensione e l’allora presidente Roman Herzog fu duramente contestato.

"Mutuo" terminato - Domenica, inoltre, versando 69,9 milioni di euro, la Germania pagherà anche l’ultima tranche delle riparazioni di guerra del primo conflitto mondiale, a 91 anni dal Trattato di Versailles. Il pagamento sarà effettuato presso il London Agreement on German External Debts. La somma che sarà erogata domenica costituirà il pagamento degli interessi maturati tra il 1945 e il 1952 sui titoli stranieri emessi dalla Repubblica di Weimar prima dell’ascesa di Hitler. Il Trattato di Versailles, firmato da 44 nazioni il 28 giugno 1919, ordinò alla Germania il pagamento di 132 miliardi di marchi tedeschi, una cifra che corrisponde a poco meno di 300 miliardi di euro attuali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog