Cerca

L'estrema desta svizzera spinge i delinquenti stranieri alla frontiera

L'Udc propone la revoca del diritto di soggiorno ai non elvetici che commettono reati. Il referendum il 28 novembre

L'estrema desta svizzera spinge i delinquenti stranieri alla frontiera
Si preannuncia un altro giro di vite della Svizzera contro gli stranieri. L’estrema destra populista svizzera (Udc), infatti, ha ottenuto un'altra vittoria riuscendo a fissare per il 28 novembre prossimo un referendum incentrato sulla possibilità di revocare il diritto di soggiorno ai non svizzeri che abbiano commesso reati.
La proposta dell'Udc è chiara e intransigente: la revoca del diritto di soggiorno agli stranieri con la fedina penale sporca scatta automaticamente, indipendentemente dalla gravità del reato.

Campagna pubblicitaria - Per convincere l'opinione pubblica a votare sì al referendum l'estrema destra ha già dato vita a una campagna pubblicitaria aggresssiva e che prende spunto da quella già effettuata (con risultati eccellenti) in occasione delle ultime elezioni federali. I manifesti dell’Udc puntano sugli effetti forti: sul viso di un uomo muscoloso e barbuto appare una striscia nera con la scritta: "Ivan S., stupratore e presto svizzero?"; la stessa formula viene declinata con "Faruk B., assassino", "Ismir K., parassita sociale" e "Detlef F., pedofilo". Del resto l'Udc aveva già fatto leva su questi temi nel tanto criticato spot anti-frontalieri, in cui i lavoratori non autoctoni venivano paragonati a topi da espellere.

Per mitigare gli effetti della proposta dell'estrema destra, è stato lo stesso parlamento elvetico a elaborare una proposta meno intransigente, una sorta di compromesso che sarà ugualmente sottoposto al voto. L'idea è quella di inserire un elenco limitato di reati per i quali scatterebbe la revoca del diritto di soggiorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tizziocaio

    08 Ottobre 2010 - 16:04

    Hanno ragione, a che serve il referendum, e' un sagrosanto diritto di far entrare in casa propia chi si vuole. ABBIAMO TANTO DA IMPARARE, povera italia democraticaldittatoriale. I cittadini italiani dovrebbero fermarsi TUTTI ad oltranza fino a che non venga adottato anche in italia la possibilita' di leggi volute dal cittadino, senza passare per la becera politica. e Referendum propositivi che a seguire fanno subito legge. troppo bello per essere vero............be-

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    06 Ottobre 2010 - 22:10

    la cosa più bella della Svizzera è che per varare ogni legge consultano il popolo, come non fanno da noi, visto che la nostra bella e democratica costituzione recita che il referendum non può essere consultivo, ma solo abrogativo, quindi per noi popolo bue e sudditi decidono i politicanti con i loro sporchi compromessi.

    Report

    Rispondi

  • simo70

    06 Ottobre 2010 - 11:11

    Finalmente qualche azione di buonsenso.

    Report

    Rispondi

  • Franky63

    05 Ottobre 2010 - 19:07

    Sono d'accordo sul fatto che se uno viene riconosciuto colpevole di reato, oltre a scontare la pena, gli deve essere revocato il permesso di soggiorno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog