Cerca

Condanna all'ergastolo per l'attentatore di Times Square

L'uomo, pakistano, cercò di far esplodere un'autobomba nel cuore di Manhattan

Condanna all'ergastolo per l'attentatore di Times Square
E’ stato condannato all’ergastolo Faisal Shahzad, il pachistano che tentò di far esplodere un’autobomba a Times Square, a New York, lo scorso primo maggio. Lo ha deciso oggi un giudice federale di Manhattan.

Prima della lettura della sentenza, l'attentatore fallito ha lanciato pesanti minacce contro gli Stati Uniti e l'occidente in generale. "Preparatevi perchè la guerra con i musulmani è appena cominciata", ha detto rivolto al giudice. "La sconfitta degli Usa è imminente e ci sarà a breve". Shahzad, che ha 30 anni, si è dichiarato colpevole.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    05 Ottobre 2010 - 18:06

    negli Usa per un attentato ''fallito'' viene condannato all'ergastolo.... nella stupida ignorante italia avrebbe preso si è no sette anni o giù di lì. Buonismi di sinistra, imbecillità da perdono cattolico, pregiudicano l'efficienza delle nostre leggi costruite su basi malate e che non servono a nulla. Spesso poi ci si mettono anche i giudici che fanno corto circuito nel cervello e si mettono ad interpretare, e sempre nel modo peggiore per la società. Insomma prima che l'italia divenga come l'america ci vorranno secoli.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    05 Ottobre 2010 - 18:06

    Quel pakistano attentatore oltre ad essere un terrorista fallito è anche un cretino. Parla di guerra appena cominciata contro l'islam ma se l'occidente NON SI RITIENE NEMMENO IN GUERRA! Magari l'occidente si ritenesse in guerra contro l'islam, non ne rimarrebbero nemmeno le rovine se fosse vero e la cosa fosse fatta seriamente come nella Seconda Guerra Mondiale, senza troppi umanismi del piffero. Il guaio è che l'occidente non sa nemmeno lui cosa vuole fare, se estendere il globalismo economico integrando pazzi islamici o decidersi una buona volta che gli islamici ci hanno stufato. Al posto di quel pakistano me ne sarei stato zitto invece di creare problemi agli altri islamici, mettendo sull'avviso gli infedeli. Credo proprio che alla fine gli occidentali non potranno non prendere atto della cosa se la cosa dovesse continuare in maniera più greve del sopportabile, e tale limite si sta ormai avvicinando rapidamente, solo allora ci sarà guerra ma, finché l'occidente non ha ancora deciso di svegliarsi e che ne ha abbastanza di questi folli, non ci sarà alcuna guerra a meno che gli islamici non superino il limite di sopportazione con qualche azione eccessiva.

    Report

    Rispondi

  • topcenter

    05 Ottobre 2010 - 17:05

    fatti un riposino per il resto della tua vita.

    Report

    Rispondi

blog