Cerca

Obama revoca lo stop alle trivellazioni in acque profonde

Si torna a scavare sulle piattaforme offshore. "Ma dovranno rispettare le leggi sulla sicurezza"

Obama revoca lo stop alle trivellazioni in acque profonde
Le acque si sono calmate. Certo, quelle del Golfo del Messico sono ancora putride, ma almeno l'attenzione dei media si è placata, orientandosi verso altre notizie.
Così, a distanza di quasi sei mesi dall’esplosione della Deepwater Horizon, l'amministrazione Obama ha revocato la moratoria sulle trivellazioni offshore in acque profonde, che sarebbe scaduta il prossimo 30 novembre.

Una mossa arrivata con oltre 45 giorni di anticipo rispetto a quanto previsto, anche se dalla Casa Bianca non si parla di ritorno alla normalità dopo il più grave disastro ambientale degli ultimi anni.
Da Washington, infatti, fanno sapere che le operazioni in acque profonde potranno riprendere solo dopo che le società petrolifere saranno state in grado di dimostrare di rispettare le nuove regole di sicurezza e di aver adottato dispositivi ad hoc per evitare il ripetersi di episodi simili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    14 Ottobre 2010 - 11:11

    la teoria del non piacere perchè, evito di ripetere quello detto da te, potrebbe essere; ma credo che molto più prosaicamente il presidente obama, si sia mostrato meno capace di quello che il solo colore della pelle non riesce a dare, essere un leader vero. Inutile fare del politichese e trovare motivazioni che non ci sono, negli stati uniti, se sei bravo alla fine vieni premiato a prescindere, ma il suo comportamento è stato cosi incoerente con i proclami che la sua attendibilità, e fiducia (ricordo che tanta speranze e fiducia nel primo presidente nero della storia, l'ebbe solo il "santo" Kennedy) alla fine si son rivelati meno di sostanza di quello che tutto lasciava presagire. Che poi dietro ci sia una sorta di mondo cattolico, o prtestante o comunque bianco che spinga, contro un mussulmano di colore, potrebbe essere, più o meno sono forze che si contrappongono.....quindi è la solita lotta politico-economica.

    Report

    Rispondi

  • cartassiano

    13 Ottobre 2010 - 21:09

    obama non piace perchè è un'intellettuale progressista giunto alla politica dalle austere aule dell'università di chicago e forse anche perchè non appartiene al midollo bianco,protestante,evangelico della classe media degli stati uniti il colore della pelle,l'educazione in una scuola mussulmana agli occhi dell'america profonda è come una sorta di alieno!!!! quindi è quasi plausibile che nelle prossime elezioni.......

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    13 Ottobre 2010 - 11:11

    il dionerofattouomo, obama venne eletto, le catarratte del cielo si spalancarono perchè un uomo nero era diventato il primo presidente statunitense della storia del suo paese, e questo era cosa buona e giusta.....passata la sbornia euforica delle elezioni, si è cominciato a vedere di che pasta fosse fatto questo politico. Economicamente vale meno di bush, politicamente cosi continuando, il suo colore tenderà a sbiadirsi sino a che lo confonderanno come un qualsiasi politico bianco del panorama americano. Batsa guardare i suoi passi e poi i ripensamenti; afghanistan....cina.....trivellazioni del petrolio; quando i soldi che ti han portato sullo scranno del potere, dopo un po passano a presentare il conto!!!!

    Report

    Rispondi

  • sergiogua

    12 Ottobre 2010 - 20:08

    sto guardando la partita o almeno volevo guardare la partita ma non è possibile perche' solo in italia quattro gatti possono fare quello che vogliono in uno stadio tagliando le reti di protezione gettando petardi e fumogeni senza che nessuna intervenga, tutto normale siamo in Italia.

    Report

    Rispondi

blog