Cerca

In un manifesto Obama kamikaze, gay e mafioso

Il manifesto è stato realizzato su commissione dall’artista Paul Snover, sostenitore del Tea Party

In un manifesto Obama kamikaze, gay e mafioso
A poche settimane dalle elezioni di midterm, negli States monta la polemica per un manifesto apparso per le strade di Grand Junction, in Colorado. Un cartellone gigante con il presidente Barack Obama nei panni di un kamikaze islamico, di un omosessuale, ma anche di un bandito messicano e di un mafioso. Sotto le immagini appare lo slogan "Vote democRAT" e accanto dei ratti con tanto di didascalia: "IRS", l’amministrazione delle imposte, "EPA", l’Agenzia di protezione dell’ambiente, e "FED", la Banca centrale americana.

Il manifesto è stato realizzato su commissione dall’artista Paul Snover, attivo su numerosi siti Internet dell'ultra conservatore Tea Party, che non ha voluto rivelare l'identità del mandante.

Un responsabile repubblicano della città, Chuck Pabst, ha preso le distanze dall’iniziativa, definendola di cattivo gusto. La contea di Mesa, dove si trova Grand Junction, è governata dai repubblicani e negli ultimi mesi ha registrato un aumento delle organizzazioni del Tea Party.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • opinione-critica

    15 Ottobre 2010 - 17:05

    ...Che abbia ragione Paul Snover?

    Report

    Rispondi

  • jerico

    14 Ottobre 2010 - 16:04

    Gli americani,prima si libereranno di Obama e meglio sarà per l'Occidente; che centra Obama con Ahmadinejad ? Centra, centra, li accomuna l'Islam..................................

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    14 Ottobre 2010 - 15:03

    Loro il MFIOSO lo hanno sul manifesto noi in ITALIA al GOVERNO....

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    14 Ottobre 2010 - 12:12

    Quel poster dice ancora ben poco su Obama l'islamico! Spero solo che gli americani e tutto il mondo non si risvegli prima o poi con qualche brutta sorpresa da parte di costui, un vero cavallo di Troia, come il medico militare USA d'origine palestinese di forte Hood insegna!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog