Cerca

Indonesia, nuova eruzione di Merapi

Almeno 450 vittime. Migliaia di persona in fuga dalla zona a rischio. Ritrovate 135 persone disperse dopo lo tsunami

Indonesia, nuova eruzione di Merapi
Durante la notte, il vulcano indonesiano Merapi, ha ripreso l'attività di eruzione, determinando la fuga di migliaia di persone spaventate dalla potenza delle esplosioni, che hanno catapultato le ceneri sino a 20 km dal cratere. L'eruzione del vulcano è una delle due catastrofi naturali che hanno colpito l'Indonesia, dopo il terremoto e il conseguente tsunami che la settimana scorsa ha causato la morte di almeno 451 persone, secondo un nuovo bilancio ufficiale.

Vittime dello tsunami - A più di 1.000 km di distanza dal vulcano, le autorità continuano ad incontrare difficoltà, a portare i soccorsi ai sopravvissuti dello tsunami che ha colpito l'arcipelago di Mentawi, nell'Oceano Indiano. Circa 135 persone considerate disperse dopo lo tsunami che ha colpito l'Indonesia cinque giorni fa, sono state ritrovate sane e salve sulle colline della zona colpita. I soccorritori hanno trovato parte dei dispersi sulle colline dell'isola di Pagai del Nord, così, dichiarano i responsabili dei soccorsi, aggiungendo che il bilancio dei dispersi passa cosi' da 298 a 163. Il potente tsunami seguito al terremoto di lunedi' ha provocato la morte di almeno 413 persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto-1943

    30 Ottobre 2010 - 18:06

    E se si risvegliasse o Vesuvio ?

    Report

    Rispondi

blog