Cerca

Black Friday negli Usa: negozi presi d'assalto

Gli store inaugurano i saldi, migliaia di persone in fila per gli acquisti

Black Friday negli Usa: negozi presi d'assalto
Freddo e pioggia nulla hanno potuto. Un po' per la crisi, un po' per acquistare i primi regali di Natale, migliaia di persone hanno sopportato il tempo inclemente per approfittare del "Black Friday", ossia il venerdì in cui i magazzini americani inaugurano i loro saldi. Il "venerdì nero" è ormai una tradizione: i grandi negozi sparsi in tutto il Paese aprono le loro porte concedendo la merce a prezzi ribassati, e tutti vogliono approfittarne. L'amministratore delegato di Toys R Us Jerry Storch si gode il successo dell'iniziativa e parla di 1500 persone in fila all'ingresso dello store di New York già prima dell'apertura. Ma anche altri grandi magazzini come Old Navy e Sears hanno vissuto una vera giornata "da bollino rosso", anche se le casse sono state sostanzialmente rimpinguate. Il Natale del 2008 è solo un vago ricordo: due anni fa infatti il "black" del nome corrispose ad un record negativo delle vendite.

Esultano gli amministratori delegati, esultano i negozianti, ma esultano anche i clienti: si sono accaparrati vestiti e quant'altro a prezzi stracciati. Le ore di attesa, le gomitate, le resse, la lotta alle ultime scorte, sono solo un dettaglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog