Cerca

Santiago, inferno in carcere: 83 morti

14 feriti nel rogo, forse causato da una rissa tra detentui. Ministro sanità: "Enorme disgrazia" / GUARDA IL VIDEO

Santiago, inferno in carcere: 83 morti
Inferno nel carcere San Miguel, a Santiago, in Cile. Un incendio ha provocato la morte di 83 detenuti, testimoniata dalle drammtiche immagini dell'emittente di stato, che ha riferito anche di 14 persone rimaste ferite nel rogo. Le fiamme sono divampate nella torre 4 del quarto piano dell'edificio, intorno alle 5.30 della mattina (le 9.30 circa in Italia).

LA CAUSA FORSE UNA RISSA TRA DETENUTI - Anche se le cause dell'incendio sono ancora da accertare, è trapelata una voce secondo la quale una rissa tra i detenuti sarebbe all'origine della tragedia. A riferirlo è stato Luis Masferrer, direttore della gendarmeria. I familiare dei detenuti morti, però, vogliono informazioni. "Non ci hanno detto niente, vogliamo sapere cosa è successo, come sta mio figlio", è la testimonianza tra le lacrime di Maria Jimenez, madre di uno dei reclusi. Uno degli ufficiali dei carabinieri ha fatto sapere che ancora "non conosciamo l'identità dei detenuti".



"UN'ENORME DISGRAZIA" - Centinaia di pompieri sono riusciti a sedare il rogo. Per il ministro della sanità cileno, Jaime Manalich si tratta di "un'enorme disgrazia. Forse la più importante in un carcere nella storia del nostro Paese". I familiari dei detenuti hanno poi protestato. Secodo loro, gli uomini della gendarmeria avrebbero ritardato l'ingresso dei pompieri nella prigione per poter avere il pieno controllo della situazione, ripreso grazie all'arrivo di una brigata antisommossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog