Cerca

L'assalto degli studenti a Carlo e Camilla / IL VIDEO

Scontri con le forze dell'ordine, 3 agenti feriti. Parlamento assediato per protesta contro la riforma universitaria / GUARDA LE FOTO

L'assalto degli studenti a Carlo e Camilla / IL VIDEO
Nuovi violenti scontri a Londra per le norme proposte dal Governo britannico sull'università. A Parliament Square, la piazza del parlamento inglese, sono in corso durissimi scontri tra studenti e agenti. Secondo quanto riportano le tv britanniche, che sono collegate in diretta con la centralissima piazza della Capitale inglese, tre poliziotti sono rimasti gravemente feriti. Almeno uno di questi è stato colpito al collo dopo essere stato colpito da un pugno mentre era incosciente.

CLAMOROSI ASSALTI - Nel tardo pomeriggio, inoltre, i manifestanti hanno fatto irruzione nel Ministero del Tesoro. Poi hanno messo in atto una protesta tanto singolare quanto clamorosa: hanno cercato di assalire la macchina al cui interno viaggiavano il principe Carlo e la sua consorte Camilla: i due componenti della famiglia reale sono illesi, ma i manifestanti hanno rotto un finestrino della vettura e gettato su di essa della vernice.

Tutta la zona è transennata dalla polizia e gli studenti stanno cercando di avvicinarsi alla Camera dei comuni. Alcuni ragazzi sono stati arrestati, mentre altri sono stati medicati sul posto.
Il cronista della Bbc sul posto ha riferito che si notano ripetutamente "scene di intimidazione", con oggetti lanciati contro i poliziotti a cavallo e diversi petardi scoppiati.

Il Parlamento, che al momento è assediato da centinaia di studenti, è impegnato nel voto del disegno di legge che prevede l'aumento delle tasse universitarie. I laburisti, attualmente all'opposizione, hanno preannunciato il loro voto negativo, ma diranno "no" alla riforma anche alcuni lib-dem. Il vicepremier Nick Clegg, tra i principali bersagli della protesta, ha garantito però che tutti i ministri liberaldemocratici voteranno a favore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Dicembre 2010 - 22:10

    Questi mascalzoni provengono da molti Paesi e scommetto che sono foraggiati abbondantemente da qualche fonnte economica che cerca in tutti i modi di destabilizzsare quei Paesi che rappresentono la democrazia e la libertà. Le polizie segrete dovrebbero incominciare a studiarne attentamente le loro mosse.

    Report

    Rispondi

  • Ettorem

    10 Dicembre 2010 - 23:11

    degli universitari stanno pagando gli errori di generazioni precedenti ideologicamente ferme alla distinzione fra destra e sinistra con cassa integrazione e disoccupazione. Il potere non ha colore ma ha il vizio di mangiare ed in Italia ha mangiato molto di più di qualsiasi immaginabile aumento di qualsiasi retta universitaria......ha mangiato il futuro ai nostri giovani. Chi non vede questo disastro è in malafede ed è colluso ma ha sicuramente la pancia piena indipendentemente da qualsiasi bandiera sventoli.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    10 Dicembre 2010 - 18:06

    ...confronti,imparate ad usare il cervello e non l'uggia che vi ottenebra la mente.Qui in London,si sono triplicate le rette universitarie,diminuiti gli stipendi agli statali e molto di più,che è superflo qui menzionare,mai successo prima d'ora.Se nella riforma Gelmini,ora apprezzata anche dagli organismi internazionali,avesse osato imitare una pur minima parte di ciò che è stato approvato qui alla Camera dei Lords;ci sarebbe stata la rivoluzione per le strade d'Italia.Solo allora sarebbe stato intelligente il confronto,ma ormai vanno di moda confronti disomogenei,i più infantili e scellerati.E' da sperare che le prossime generazioni studentesche,ne escano psichicamente rigenerate,rispetto ai loro padri/madri dalle menti offuscate.

    Report

    Rispondi

  • feltroni

    10 Dicembre 2010 - 12:12

    Noto che gli ultras del blog evitano questo articolo come se avessero paura di scottarsi. Finchè succedono da noi si tratta dei soliti comunisti e centri sociali. Quando succedono all'estero restano spiazzati, con la bocca aperta alla Italo. Tolte Libia e Bielorussia, i nostri campagnoli conoscono solo Arcore e Cologno monzese...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog