Cerca

Afghanistan, scontro a fuoco tra alpini e talebani: nessun ferito

Soldati italiani e locali impegnati in ore di battaglia a Bala Murghab contro gli ostili, che poi si ritirano

Afghanistan, scontro a fuoco tra alpini e talebani: nessun ferito
Situazione tesa a Bala Murghab, nel nord ovest dell'Afghanistan. Gli alpini dell'Ottavo reggimento, insieme ai soldati locali del Secondo "kandak", sono rimasti coinvolti in uno scontro a fuoco con i talebani durato alcune ore. La tensione è nata quando elementi ostili, operanti in prossimità del margine settentrionale della bolla di Murghab, hanno cercato di contrastare l'azione delle forze della coalizione. Nessun militare italiano è rimasto ferito. Al termine della battaglia, gli elementi ostili hanno dovuto ritirarsi.

Da settimane i soldati italiani, impegnati nella zona con i colleghi afghani, stanno cercando di incrementare l'area sotto il controllo delle forze di sicurezza. L'azione è concentrata nell'area a nord della bolla di sicurezza che, nella provincia di Murghab, vede migliaia di famiglie rientrare nelle proprie case.
L'operazione "Bazar Arad", che da alcune settimane ha preso avvio in quell'area, prosegue in maniera congiunta, con diverse attività volte ad allargare verso nord la zona sicura per i civili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bobirons

    19 Dicembre 2010 - 13:01

    I nostri ragazzi li vogliamo a casa. Non c'è ragione che tenga per cui debbano rischiare la vita in una terra che non ci appartiene, che non ci riguarda, in una guerra che, comunque vada, vedrà solo i signori della guerra afgani vittoriosi. Ma cosa credono i grandi strateghi internazionali, poter vincere la dove l'URSS ha fallito ? Quelli non ci andavano certo per il sottile e nonostante sono docuti scappare con la coda fra le gambe. A casa, a casa !!

    Report

    Rispondi

blog