Cerca

Chiude una moschea abusiva

Scontri con la polizia in Svezia

Chiude una moschea abusiva

Continuano i disordini in Svezia, nella città d Malmoe. Tre giorni fa nel quartiere degli immigrati le autorità avevano imposto la chiusura di una moschea abusiva che era stata costruita all’interno di un centro islamico. Quella che era nata come una protesta pacifica si è presto trasformata in una vera e propria guerriglia cittadina tra giovani immigrati e forze dell’ordine, che nel frattempo hanno raggiunto il sobborgo di Ronsengaard da Stoccolma e Goteborg.
Cinque giovani sono stati arrestati dopo il lancio di molotov contro una scuola che ha provocato un principio di incendio, mentre cassetti e diverse vetture sono state date alle fiamme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    23 Maggio 2013 - 20:08

    In Svezia erano convinti di essere riusciti nell'integrazione ma, non avevano calcolato di avere a che fare con esseri non umani. Ora stanno cominciando a capire, speriamo non sia troppo tardi.

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    23 Dicembre 2008 - 10:10

    Non bastava,ai poveri svedesi,essere i primi della classe in "suicidi" . Mancavano loro proprio i musulmani un tantino vivaci,per dare un tono alla loro sciapa vita pubblica...!

    Report

    Rispondi

blog