Cerca

Battisti, Capo Stato: "Non ci siamo fatti capire"

Napolitano riaccende la polemica sulla mancate estradizione e stuzzica la politica: "Debole"

4
Battisti, Capo Stato: "Non ci siamo fatti capire"
Con le parole di Giorgio Napolitano si riaccende la polemica su Cesare Battisti. Il Capo dello Stato è intervenuto durante la sua visita a Ravenna per il secondo giorno di celebrazioni per il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, e ha approfittato dell'occasione per tuonare contro la politica italiana, apparsa - stando alle sue parole - un po' "debole" nel trasmettere agli altri Paesi, in primis lo stesso Brasile, le motivazioni per cui il terrorista Battisti deve tornare in Italia.

"Alla nostra politica e alla nostra cultura - ha esordito il Presidente della Repubblica - è mancato qualcosa per trasmettere, e far capire davvero, il senso di ciò che accadde in quegli anni tormentosi del terrorismo". Napolitano ha poi ammesso: "Anche a paesi amici non siamo riusciti a far comprendere la gravità del terrorismo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    10 Gennaio 2011 - 01:01

    Presidente,mi creda,era un'impresa disperata. La politica delle pacche sulle spalle ha questi inconvenienti. Ricorda B di ritorno dal Brasile? "Io e Lula siamo uguali,basta un'occhiata e ci siamo capiti" Chissà dove guardavano,o forse ha esteso il legittimo impedimento a Battisti e non se ne ricorda. Forse dormiva,chissà! Insomma le cose bisogna farle fare a chi le sa fare: mi dica,che ci guadagna B da un Battisti in Italia? Forse un abbonamento in più a mediaset premium,ma poi....Non chieda a Belpietro: i suoi editoriali cominciano sempre con domande,ma le risposte non le trova nemmeno un procuratore. Al più le può chiedere che tempo che fa? Anzi no;domanda pericolosa, lui pensa a Fazio (non il ministro che esiste a sua insaputa)

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    09 Gennaio 2011 - 13:01

    Eh no, presidente, troppo comodo buttare la colpa su chi "non si è fatto intendere". Rammenta lei quando la sinistra propagandava che il terrorismo era solo di destra. E quando i facinorosi sinistri, ben difesi dai "legalitari" di sinistra, dicevano che ammazzare una fascista (nero) non era reato ! Ma poi, di quale intendimento parla. Battisti è stato giudicato dai tribunali come un comune assassino ed è stato protetto in Francia prima e Brasile poi proprio da esponenti di quella sinistra nella quale lei ha tanto militato. Faccia il piacere, pensi bene prima di parlare rammentandosi che il suo dovere è quello di accertare la puntuale applicazione della Costituzione e non quello di esprimere pareri che, se legittimi da parte di ogni altro cittadino, a lei non sono permessi per il suo delicato incarico che dovrebbe essere super partes.

    Report

    Rispondi

  • Gomez

    08 Gennaio 2011 - 22:10

    è chiaro che il nostro paese non conta nulla , questa è l'ennesima prova. Che pagliacci che sono i nostri politici

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media