Cerca

Femme fatale fa colpo sul capo del carcere: licenziato

Lei, sexy e cinica, fece il palo nel rapimento del giovane ebreo torturato e ucciso in una banlieue parigina

Femme fatale fa colpo sul capo del carcere: licenziato
Bella, cinica e seducente. Ma soprattutto complice di un orribile reato. La ragazza è l'ex Mata Hari di quella che prese il nome di "banda dei barbari", per la quale aveva fatto da esca nella cattura di Ilan Halimi, il giovane ebreo sequestrato e torturato per giorni prima di essere ucciso in una banlieue parigina. Emma Arbabzadeh, 21 anni, è talmente sexy che in poco tempo, dal direttore del carcere in cui è detenuta, ha ottenuto tutto. Florent Gonclaves, il 41enne direttore del penitenziario femminile di Versailles, si trova ora sotto indagine per "trattamento preferenziale" della detenuta. Intanto, ha già perso il posto di lavoro.

"MI SONO INNAMORATO" -
Candidamente, l'uomo ha confessato: "Mi sono innamorato. Volevo fuggire con lei una volta uscita dal carcere". Le frasi sono state registrate dalla polizia, che durante un'ispezione aveva intuito la debolezza di Gonclaves nei confronti della ragazza. In cambio di favori sessuali, il direttore aveva passato a Emma somme in denaro, ma anche ricariche telefoniche e altri oggetti che, normalmente, ai detenuti sono assolutamente proibiti.

I SOSPETTI DELLE DETENUTE - A far scattare l'indagine è stata la spiata di alcuene altre detenute, che non avevano certo in simpatia la "Mata Hari", in primis per il suo atteggiamento da "femme fatale", ma anche per i molteplici favoritismi di cui godeva. Recentemente aveva fatto perdere la testa anche a un secondino del carcere a cui aveva estorto altri favori. Emma, nei cinque anni che già ha trascorso dietro le sbarre, ha imparato come muoversi in un carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blankfrank62

    15 Gennaio 2011 - 15:03

    Sarebbe stata nominata al Parlamento Europeo, come minimo

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    15 Gennaio 2011 - 08:08

    Un bimbo ed una bimba stanno litigando su chi ha più dell'altra persona. Lui si cala i pantaloncini e dimostra che ce l'ha e lei no. Lei si alza il gonnellino e risponde che con quella che lei ha può avere tutti quelli (come del bimbo) che vorrà. Così è, purtroppo, anche se non ci pare.

    Report

    Rispondi

  • stellalpina

    15 Gennaio 2011 - 04:04

    Da noi sarebbe tutto un altro andazzo. Tanto i giudici sono rossi e sovvertono la democrazia, peccato: la femme fatale non è minorenne. Un punto in meno.

    Report

    Rispondi

blog