Cerca

Wiki-liste: il portale di Assange riceve la lista dei conti offshore di vip e politici

Londra, nel mirino ci sarebbero oltre 2mila clienti di banche svizzere, politici e fondi di investimento

Wiki-liste: il portale di Assange riceve la lista dei conti offshore di vip e politici
Dai segreti più imbarazzanti dei governi e delle diplomazie di mezzo mondo alla lotta ai grandi evasori. Il fondatore di Wikileaks Juliane Assange si è presentato al Frontline Club di Londra per ricevere dall'ex banchiere svizzero Rudolf Elmer la lista di duemila evasori fiscali, clienti dell'istituto elvetico Julius Baer. Elmer è infatti l'ex direttore della filiale della banca nel paradiso fiscale delle isole Cayman. Il passaggio del cd con i dati di oltre 2.000 persone - relativi al periodo 1990-2009 e riguardanti almeno tre istituzioni finanziarie - è avvenuto poco dopo mezzogiorno di lunedì.

"VOGLIO FAR CONOSCERE IL SISTEMA OFFSHORE" -
Tra i nomi figurano circa 40 politici, oltre a esponenti del mondo dell'imprenditoria di Stati Uniti, Gran Bretagna e  Asia. Le informazioni comunque non saranno pubblicate immediatamente: "Valuteremo i dati e se veramente ci sarà traccia di evasione fiscale, saranno diffusi", ha spiegato Elmer. Wikileaks valuterà i dati e se verificherà che effettivamente ci sono indizi di evasione fiscale verranno diffusi. Elmer mercoledì dovrà comparire davanti ai giudici di Zurigo per rispondere dell'accusa di violazione di segreto bancario, e per aver fornito già nel 2007 dati riservati al sito di Assange. Il banchiere si è giustificato affermando di voler far conoscere il sistema della banche offshore: "Voglio che la società sappia come funziona questo sistema, perché la società ne viene danneggiata".

"CI SARANNO RIVELAZIONI COMPLETE"
- Assange è apparso accanto a Elmer per prendere i file e ha lodato lo sforzo dell’ex banchiere per denunciare pubblicamente   pratiche ambigue in uso nel mondo della finanza. Il fondatore di Wikileaks ha precisato che al momento il sito è  concentrato sulla pubblicazione dei 250mila dispacci diplomatici e che quindi potrebbero passare alcune settimane prima che i file vengano  rivisti e quindi pubblicati. "Tratteremo queste informazioni come tutte le altre che riceviamo. Ci saranno rivelazioni complete", ha   assicurato.

I DATI
- Secondo quanto riferito dall'ex banchiere, tra i clienti presenti sui due hard disk ci sarebbero multi-milionari di diverse nazionalità e nonché fondi di investimento di numerosi Paesi. I dati provengono da almeno tre istituzioni finanziarie e vanno dal 1990 al 2009. Elmer, ex direttore della Banca Julius Baer alle isole Cayman, comparirà davanti alla tribunale di Zurigo mercoledì per rispondere delle accuse di violazione del segreto bancario, dopo aver tramesso già nel 2007 a Wikileaks i dati di alcuni clienti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corigan

    19 Gennaio 2011 - 14:02

    sfortunatamente per il suo ego, lavoro nell'ICT e questo mi ha dato modo di conoscere dei programmatori, anche della MS: lei non sa di cosa parla, ma se in futuro dovesse rispondere ad un mio post, almeno non vada OT con buffonate di basso livello. porgero i suoi saluti a Woz appena lo vedo.

    Report

    Rispondi

  • alexalesi

    18 Gennaio 2011 - 09:09

    Assange c'avrà i suoi difetti ??? credo di si... di sicuro la sua vita privata potrà essere portata al vaglio e magari c'avrà qualche vizietto piu della media di tutti noi cittadini comuni (ma sarà davvero così?), essendo un ex figlio dei fiori è facile che possa vere una concezione piu libertina dell'esistenza. Ma quest'uomo non è accusato di stupro, bensi come ricorda l'amico sotto, di aver negato di fare il test HIV dopo i rapporti con preservativo rotto, che in base all'interpretazione della legge svedese possono essere una molestia. Questo però centra poco con il fatto che in periodo in cui, si chiede ai popoli, e alle parti piu disagiate, sacrifici economici e sociali, credo che sia sascrosanto sapere piu cose possibili, sui potenti, sulla finta diplomazia, sul perchè delle guerre, sui morti civili es si sugli evasori fiscali.La questione è : sono documenti veri ?? allora W Assange .pubbliare tutto e senza esclusione di colpi.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    17 Gennaio 2011 - 21:09

    non dica stupidaggini. Non certo quando parla con me. Gates io lo conosco personalmente e non e' mai stato uno smanettone: ha fatto un buon affare quando ha trasferito i codici del sistema operatibo CPM su piattaforme a largo potenziale che in seguito hanno dato vita alla avventura IBM e PC quando apple, sinclair, atari e commodore facevano a gara in un mercato tutto nuovo. Non e' un programmatore, non lo e' mai stato. E' un uomo di affari, fortunato ma anche bravo, scelte giuste al momento giusto quando IBM non ne voleva sapere si personal computers. Era giovanissimo e in aereo per il Giappone decise di giocare la carta IBM: fu la scelta vincente che ha trasformato il mondo, da quel giorno. Una scelta di affari e astuzia. Accostarlo a questo smanettone arrapato da quattro soldi mi fa vomitare. adesso la prego di scusarmi che ho da fare.

    Report

    Rispondi

  • idleproc

    17 Gennaio 2011 - 16:04

    che botto, se le pubblicano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog