Cerca

Gas, Kiev chiude i rubinetti

L'Ue: "Adiremo le vie legali"

Gas, Kiev chiude i rubinetti
Rubinetti chiusi. E il gas non arriva in Europa. Prosegue la guerra del gas tra Russia e Ucraina e per il secondo giorno consecutivo Kiev rifiuta di lasciar passare il gas russo dalle proprie condotte, adducendo "ragioni tecniche". Mentre Gazprom ha comunicato di aver richiesto il transito di 98,8 milioni di metri cubi di gas attraverso l'Ucraina, diretti alle regioni balcaniche e alla Slovacchia, Kiev continua a sostenere che il gas è stato immesso da Mosca nella condotta sbagliata.
Che la colpa sti dall'una o dall'altra parte, non fa differenza. Il problema c'è e va risolto immediatamente. E così Barroso inviterà le compagnie europee a denunciare legalmente Gazprom e Naftogaz se le forniture di gas russo attraverso l'Ucraina non saranno ripristinate in modo "urgente. Voglio inviare un messaggio chiaro a Mosca e Kiev", ha detto Barroso nel corso di un intervento al Parlamento europeo a Strasburgo. "Se l'accordo con l'Ue non sarà rispettato in modo urgente - ha avvertito il leader dell'esecutivo Ue - la Commissione europea consiglierà alle compagnie europee di ricorrere a vie legali e inviterà gli Stati membri ad adottare un'azione concertata per trovare mezzi alternativi di approvvigionamento energetico e di transito". L'Ue attacca dunque sia Mosca che Kiev: "Vedremo presto se la questione è effettivamente tecnica o se è politica", ha detto il presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso. Posizione ribadita dal premier ceco Mirek Topolanek, presidente di turno dell'Ue: "Non voglio puntare il dito contro una delle parti, la verità è che entrambi sono colpevoli, uno non fornisce il gas e l’altro lo blocca".
Nessun allarmismo per l'Italia, torna a ribadire il ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola: la dimensione degli stoccaggi in Italia e la massimizzazione delle forniture dall'estero "possono consentire all'Italia di superare l'inverno anche senza il gas dalla Russia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog