Cerca

Torna Bin Laden e minaccia Sarkozy sull'Afghanistan

Messaggio audio del leader di Al Qaeda su Al Jazeera: "La Francia pagherà cara sua presenza"

Torna Bin Laden e minaccia Sarkozy sull'Afghanistan
Osama Bin Laden torna a parlare con un messaggio audio. Il leader di Al Qaeda si rivolge al popolo francese, e nella registrazione trasmessa dalla tv araba Al Jazeera, il terrorista minaccia il presidente Nicolas Sarkozy: "Pagherete cara la vostra presenza in Afghanistan". Bin Laden ha poi affermato che la liberazione di due ostaggi francesi sequestrati proprio in Afghanistan dipende esclusivamente dal ritiro delle truppe transalpine dal territorio.

"UCCIDEREMO I PRIGIONIERI" - "Vi ripetiamo lo stesso messaggio: la liberazione dei vostri prigionieri nelle mani dei nostri fratelli è legata ai ritiro dei vostri soldati dal nostro paese", è la frase registrata nel messaggio audio che viene attribuito al terrorista saudita. Poi il monito al popolo francese: "Il rifiuto del vostro presidente di ritirarsi dall'Afghanistan è il risultato della sua subalternità all'America e questo rifiuto è una luce verde ad uccidere i vostri prigionieri... ma noi non lo faremo quando conviene a lui...". Secondo il leader del terrore, dunque, le posizioni del presidente Nicolas Sarkozy "costeranno molto" al Paese transalpino.

OSTAGGI IN NIGER
- Il riferimento di Bin Laden è agli ostaggi detenuti in Niger. Il sequestro risale a settembre, quando sette cittadini stranieri, tra i quali cinque francesi, sono stati rapiti. L'azione era stata rivendicata dall'ala nordafricana di Al Qaeda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • deer

    25 Gennaio 2011 - 07:07

    La Francia paga il conto della sua politica errata, sempre volta a proteggere rifugiati illustri e non : cominciando da Komeini, e arrivando fino a Battisti.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    21 Gennaio 2011 - 19:07

    Ancora in giro quel barbone del c***o con i suoi sciocchi sermoni e pontificare che un giorno governerà il mondo?Meno male che dovevano averlo accoppato nel 2001 quando a suon di bombe hanno demolito le montagne di Tora Bora.Tra uno che scappa in lambretta,quell'altro che da il cellulare a un amico suo mentre lui se ne va da un'altra parte e devono ancora acchiapparli adesso,a me piu' che Rangers dalla faccia truce che non perdonano a nessuno,sembrano tutti quanti una gran massa di dilettanti..quindi..possono andare da Gerry Scotti a fare la Corrida.Saluti.

    Report

    Rispondi

  • jerico

    21 Gennaio 2011 - 17:05

    Da quello che si vede nella foto on line pubblicata oggi dal ''Il Giornale'', è fin troppo evidente che Bin Laden può essere in tuute le parti ,tranne che nelle montagne di Tora Bora. Alle sue spalle si intravede un mobile, un microfono ed altro, ciò significa ( tra l'altro è seduto comodamente ,non certo su un sasso di montagna) che se la passa bene,che non vive in cattività o in condizioni promiscue.Dopodichè credo sia opportuno dire in modo chiaro al Gen.le pachistano Khayani '' o ce lo consegnate o ce lo veniamo a prendere'' , con tutte le relative conseguenze...Ne abbiamo le scatole piene !

    Report

    Rispondi

blog