Cerca

Donna, bella e occidentale: la stuprano Il nuovo Egitto che non cambia mai

Lara Logan, reporter della Cbs, è stata vittima di violenza di massa in piazza Tahrir: specchio di una società arcaica

Donna, bella e occidentale: la stuprano Il nuovo Egitto che non cambia mai
Il lato oscuro della rivoluzione egiziana ha i capelli biondi e gli occhi azzurri di Lara Logan. Era lei, 39enne bella e aggressiva reporter, la voce del network Cbs dal Cairo. Inviata del programma '60 minutes', raccontava quello che succedeva in piazza Tahrir, il cuore della protesta anti-Mubarak. Decine di migliaia di manifestanti, centinaia di agenti della polizia del regime. Il pericolo, credevano gli osservatori occidentali, era la repressione. Invece, per la Logan, la violenza è arrivata dai 'liberatori'. Alcune decine di egiziani l'hanno molestata. Stuprata. "Nella calca di folla, è stata separata dalla sua troupe - ha fatto sapere in una nota la Cbs -. Era circondata ed ha subito un costante e brutale aggressione sessuale e percosse, prima di essere salvata da un gruppo di donne e una ventina di soldati egiziani". Un'aggressione durata mezz'ora, un agguato dato dalla rabbia e dalla violenza latente, ma non solo. La violenza alla bionda, ricca, occidentale e soprattutto donna Logan, come ha ricordato Lucia Annunziata su 'La Stampa' di oggi, è il riflesso di una visione femminile distorta, tipica della cultura egiziana, per molti versi maschilista e retrograda, non necessariamente legata alla religione. "Il 98% delle donne straniere vengono molestate in pubblico in Egitto", sottolinea l'Annunziata. La molestia e lo stupro come segno di disprezzo e come arma per ribadire la subalternità della donna dal punto di vista politico e sociale, una clava contro l'emancipazione.

GLI AUGURI DI OBAMA - Mentre l'Europa ha voltato lo sguardo dall'altra parte, gli Stati Uniti stanno dolorosamente facendo i conti con il fatto. Il presidente Barack Obama ha telefonato alla Logan (rientrata in patria subito dopo l'accaduto, col primo volo), da poco dimessa dall'ospedale di Washington dove era stata ricoverata. Obama avrebbe espresso le sue preoccupazioni per le condizioni di salute della donna. La Casa Bianca, attraverso il portavoce Jay Carney, ha chiesto che "i responsabili queste azioni siano portati davanti alla giustizia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • adler0068

    30 Luglio 2015 - 23:11

    togliere ogni aiuto umanitario ai paesi musulmani, uso della forza contro i luoghi in occidente dove si ritrovano i musulmani e loro espulsione. Sequestro a danno dei musulmani per risarcire le vittime come la Logan della loro violenza. Divieto della religione islamica in occidente ed abiura od espulsione per chi la pratica. Cancellazione di tutti i luoghi sacri in Europa.

    Report

    Rispondi

  • Franx68

    28 Settembre 2011 - 16:04

    Cosa si credeva di trovare la "SIMPATICA SIGNORINA"...un popolo di esotici giovanotti con la testa abbassata !!!! I NORD AFRICANI non cambieranno mai....SONO ANIMALI FINO AL MIDOLLO..è noi lo percepiamo da cittadini per le nostre strade ,di quanto sono pericolosi questi esseri che quando fanno (BRANCO) usano i coltelli e la violenza come noi usiamo i (CELLULARI)per telefonare. VEDI LE PIRAMIDI e POI MUORI

    Report

    Rispondi

  • ramsete75

    21 Febbraio 2011 - 14:02

    leggetevi i libri della fallaci sul tema...e dopo quelli d ZANA e NADIA MUHSEN...atroci....in un a settimana d lettura si potra capire molto d queste "persone" e del loro rapporto con la donna...ke sia araba od occidentale...certo nn bisogna generalizzare ma in questi casi nn si generalizza dicendo ke 80% degli uomini arabi sono tutti uguali....la pensano esattamente allo stesso modo...e dovremmo accogliere questa gente?domanda: perche dalla tunisia dopo che il popolo finalmente si e liberato,parecchie persone partono per l europa(italia)??per come la penso,se il mio popolo riuscisse a deporre un dittatore , sarei felicissimo d restare e costruire un paese giusto...scapperei solo se avessi motivo...tipo fossi un detenuto,un criminale...quindi quelli che stannpo sbarcando sulle nostre coste sono la crema della crema..e noi dobbiamo tenerci sta gente...povera italia

    Report

    Rispondi

  • tropikla

    20 Febbraio 2011 - 14:02

    Ho in orrore i principi della religione mussulmana, perché permettono di fanatizzare la gente e di renderla aggressiva; Sono d'accordo sul fatto che in questi paesi, la relazione con la donne e la sua libertà sono preistorici. Pero' trovo SCANDALOSA questa affermazione secondo la quale il 98% delle donne europee e no, poco importa, siano molestate in Egitto. Vorrei sapere da dove escono queste statistiche e mi chiedo se la giornalista in questione, non ci sia andata una volta e capitata sull'eccezione che conferma la regola/ Mi spiego: sono andata in Egitto per lunghi periodi durante questi ultimi 32 anni e MAI, dico MAI, HO SENTITO una storia di violenza fatta sulle donne. Anzi, contrariamente alla Tunisia e al Marocco, gli egiziani sono globalmente rispettuosi e premurosi. E' un popolo geniale. In Italia la media è ben più alta. Fino al 2008, il Cairo era la città tra le più sicure del mondo e le donne straniere ci potevano passeggiare alle due di notte SENZA IL MINIMO PROBLEMA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog