Cerca

Iran, i due leader dell'opposizione sono scomparsi

Mehdi Karroubi e Mir-Hossein Mousavi forse si trovano a Parchin, prigione per oppositori politici

Iran, i due leader dell'opposizione sono scomparsi
Sarebbero stati trasferiti in un carcere segreto di Teheran i due leader dell’opposizione iraniana, Mehdi Karroubi e Mir-Hossein Mousavi, scomparsi misteriosamente giovedì mentre si trovavano agli arresti domiciliari. E' quanto ha rivelato il sito d’intelligence israeliano Debka, citando fonti iraniane anonime, secondo cui Karroubi e Mousavi  sarebbero stati rinchiusi nella prigione di Parchin, che è sotto il  controllo del ministero della Difesa iraniano. Stando a quanto riferisce Debka, i due leader riformisti giovedì notte sono stati prelevati dalle loro abitazioni a Teheran, picchiati, nascosti in dei grandi sacchi e poi trasferiti nel carcere a bordo di blindati della polizia. L’istituto penitenziario di Parchin  è uno dei più famigerati della Repubblica Islamica. Secondo il sito israeliano, infatti, raramente i detenuti che vi sono rinchiusi vengono poi rimessi in libertà.
PARCHIN -  Il carcere dove sarebbero stati condotti Mousavi e Karroubi è riservato agli oppositori  politici del governo di Teheran, alle spie accusate di minacciare la sicurezza del paese e ai detenuti di nazionalità straniera. Fonti d’intelligence hanno riferito che il cittadino americano, Robert Levinson, arrestato quattro anni fa sull'isola iraniana di Kish,  sarebbe rinchiuso proprio all’interno di Parchin. Oggi il figlio di Karroubi, Hossein, ha riferito al sito  d’opposizione Sahamnews, vicino al leader dell’Onda Verde, che suo   padre sarebbe stato trasferito dalle forze di sicurezza dalla sua casa  di Teheran "in un luogo ignoto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rosvittorio

    01 Marzo 2011 - 13:01

    la storia recente ( mi riferisco ai fatti prima della seconda guerra mondiale)insegna che tentare di negoziare con i pazzi per tenerli buoni è catastroficamente dannoso per tutto il mondo.Un intervento deciso dei governi dell'epoca avrebbe potuto fermare Hitler.Ora ci troviamo di fronte a gente ben più pericolosa in grado di condizionare l'economia mondiale e di possedere armi molto superiori a quelle del 1939.Le sanzioni sappiamo tutti quanto contano : zero.La diplomazia con i bugiardi vale meno delle sanzioni.Rimane solo l'intervento armato con l'occupazione perenne di quelle terre

    Report

    Rispondi

  • plutominni

    01 Marzo 2011 - 10:10

    Un ennesimno scrificio umano si e' consumato con la morte del nostro Alpino e il ferimento di altri quattro Alpini. Ora si contano decine di morti. Anche il premier e' dubbioso su la vera utilità di questa missione: finalmente!! Quanti altri militari dovranno perire per questa guerra unitile. Se non sbaglio gia' anni fa i russi non erano riusciti in analoga guerra. Ritiriamoci finche' siamo in tempo.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    01 Marzo 2011 - 08:08

    Dal numero dei post,..sembra chiaro che la cosa non interessi affatto..I nostri cari compagni (onnipresenti ..con le loro insulse blaterazioni ipocrite..)..sono tutti presi dai moti di civiltà contro i cosiddetti dittatorelli amici del Berlusca (che però, guarda strano,..ci hanno garantito le immense forniture energetiche....impedendoci l'entrata.. nel pantano totale...), mentre fanno finta di non vedere (..o si voltano altrove..) di fronte all'estrema vergognosa arroganza oscurantista...La peggiore...nel mondo,..Perchè tuttosommato..quegli energumeni..gli stanno anche simpatici..gli Ayatollah, i Mullah, i gentili Pasdaran...perchè acerrimi nemici dell'Occidente.....Sono, purtroppo, sempre i soliti cialtroncelli, inaffidabili, irresponsabili, distruttivi...compagnucci di merende..allevati nelle mitiche Case del popolo (bue)

    Report

    Rispondi

  • raucher

    01 Marzo 2011 - 04:04

    Il popolo iraniano , guidato dagli " intellettuali" e dall'equivalente dei nostri radical-chic, si liberò dalla dittatura dello Scià. Questo è il risultato , un regime fanatico e feroce , cioè di male in peggio. Se avete letto qualcosa in proposito , saprete che la stragrande maggioranza degli "intellettuali" di cui sopra ,se la battè negli USA o in posti più vivibili , lasciando al loro triste destino i poveracci e tutti coloro che non avevano le possibilità economiche o le conoscenze per fuggire. Vatti a fidare degli intellettuali!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog