Cerca

Il soldato di Assange umiliato in carcere

Il legale di Bradley Manning: "Lasciato nudo per sette ore". Le sue condizioni psicologiche starebbero degradando

Il soldato di Assange umiliato in carcere
Bradley Manning, il soldato finito in cella per aver passato una montagna di documenti segreti statunitensi a Wikileaks, lo scorso mercoledì sarebbe stato costretto a spogliarsi e a rimanere nudo per sette ore. Il fatto è stato denunciato dall'avvocato di Manning sul suo sito internet. La testimonianza shock riporta che il "soldato di Julian Assange" avrebbe riavuto i suoi vestiti soltanto giovedì mattina. "Questo tipo di trattamento degradante non ha né scuse né giustificazioni", afferma il legale sul sito web: "Nessun altro detenuto è costretto a subire un simile isolamenteo e una simile umiliazione.

Un portavoce della marina ha poi confermato il fatto al New York Times, dichiarando che l'ordine di denudarsi imposto a Manning non fosse però "punitivo". "Posso confermare che è successo", ha continuato il portavoce, "ma non posso spiegarne i motivi senza violare la privacy del detenuto". A confermare il regime di carcere durissimo a cui è sottoposto Manning è stato negli scorsi giorni un amico, che lo ha visitato e hariferito ai giornalisti che la salute mentale del ragazzo sta peggiorando, anche se non penserebbe al sucidio. Un ufficiale del Pentagono ha però rimarcato la necessità di un regime di carcere duro per il soldato Manning, regime giustificato dalle pesanti accuse che pendono sulla sua testa, che "implicano questioni di sicurezza nazionale".

Bradley Manning è accusato di aver pasasto a mister Wikileaks, Julian Assange, una serie di documenti confidenziali, tra i quali il filmato in cui due elicotteri Apache statunitensi attaccano e uccidono 12 civili disarmati in Iraq. Assange, però, sostiene che Manning non sia la fonte del suo sito, poiché Wikileaks tratta tutti i documenti ricevuti in maniera assolutamente anonima. Secondo quanto trapelato, Manning viene tenuto in isolamento 23 ore su 24, sarebbe costretto a indossare soltanto un paio di pantaloncini e verrebbe incatenato nelle rare occasioni in cui può ricevere delle visite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    04 Marzo 2011 - 17:05

    questo è il motivo per cui, pur lavorando nelle istituzioni pubbliche, le odio.

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    04 Marzo 2011 - 15:03

    qui se portano fuori segreti, intercettazioni, anticipi di sentenze, li invitano in piazza stabile a ano zero (volutamente), tanto sono in combutta con le toghe.

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    04 Marzo 2011 - 15:03

    Gli USA hanno mille difetti ma non accettano i traditori.

    Report

    Rispondi

blog