Cerca

Lampedusa, altri sbarchi. Arrivano 387 profughi

Isola al collasso, 3mila persone nei Cpt. Approdi a Cala Creta e Capo Grecale. A rischio la stagione turistica

Lampedusa, altri sbarchi. Arrivano 387 profughi
Nuovi sbarchi nella notte a Lampedusa. Altri tre barconi sono approdati sulle coste dell'isola italiana con il loro carico di clandestini: 378 profughi, circa 116 nella prima imbarcazione giunta a Cala Creta, 118 nella seconda, a Capo Grecale, 144 tunisini, fra cui 5 minori, con il terzo sbarco. A sorprendere è il fatto che la Guardia Costiera non sia intervenuta per scortare i barconi, che sono stati lasciati approdare direttemente sulla costa per l'assistenza ai migranti.

STAGIONE A RISCHIO - Questi nuovi arrivi, e la modalità con la quale sono avvenuti, rischiano di esacerbare la protesta dei residenti, già ieri accesissima, contro quella che ritengono una politica di abbandono dell’isola da parte delle istituzioni riguardo all’emergenza migranti. Solo venerdì 18 marzo il sindaco Bernardino De Rubeis aveva denunciato lo stato di assoluta precarietà dell’isola, "incapace di ospitare 3 mila persone". Inoltre, con l'avvicinarsi della primavera, aumenta la preoccupazione dell'intero comparto turistico: la presenza massiccia di clandestini sull'isola rischia di compromettere la stagione balneare.

LA CONFERENZA DI PALERMO - Lampedusa al collasso a causa degli incessanti flussi migratori: prospettive e soluzioni è l'argomento della conferenza stampa in programma lunedì 21 marzo alle 11 presso la sala Blu di Palazzo d'Orleans a Palermo. Saranno presenti l'assessore al turismo, sviluppo economico, beni culturali del comune di Lampedusa Pietro Busetta, il presidente di Federalberghi Sicilia Nico Torrisi, il presidente di Federalberghi Isole Pelagie Giandamiano Lombardo. Interverranno anche l'assessore regionale all'Economia Gaetano Armao, l'assessore regionale al Turismo Daniele Tranchida, l'assessore al Territorio Gianmaria Sparma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ruta

    21 Marzo 2011 - 10:10

    basta !!! basta tolleranza basta integrazione che non vogliono nemmeno loro, basta ca...te!!! in italia non li vuole nessuno tranne chi ci guadagna, ne abbiamo già troppi e non sappiamo dove metterli! rimandateli a casa!!!

    Report

    Rispondi

  • SENATORI

    20 Marzo 2011 - 16:04

    Avrei una proposta per alleggerire la massa di immigrati a Lampedusa . Poichè la regione Toscana ha fatto una legge per accogliere indistintamente tutti gli immigrati di qualsiasi sesso , religione , colore od altro , proporrei di mandare la maggior parte degli immigrati di Lampedusa qui in Toscana , dove siamo tutti perbenisti finchè non ci rompono le scatole !!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    20 Marzo 2011 - 08:08

    solo se si presentano con moglie e figli, poi devono superare un test per assicurarsi che rispetteranno le donne italiane e rispetteranno le regole occidentali e la liberta' di religione. Respingere i maschi adulti che arrivano da soli: devono tornare da dove sono venuti e sposarsi e riprovare con moglie e figli al seguito. Senza la famiglia non otterranno mai lo stato di rifugiati politici. I paesi che non se li riprendono dovranno essere obbligati a farlo, con le buone o con le cattive: basta con questa presa in giro. Moglie e figli o tornano indietro, regole ferree e basta. Chi si presenta da solo deve essere respinto a vista.

    Report

    Rispondi

  • RANMA

    20 Marzo 2011 - 01:01

    Quando non molto tempo fa l'Italia aveva deciso di respingere i barcori,in Europa le care nazioni,urlarono a scuarciagola "ALL'INFAMIO"ce ne dissero di tutti i colori accusandoci di ogni turpitudine morale e caritatevole... Abbiamo proposto di dividerci sta gentaglia con Francia,visto che erano colonie loro, Spagna etc..ci hanno risposto altezzosamente...teneteveli.. Io glieli spedirei a cannonate nel C..lo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti