Cerca

Fukushima, nuova emergenza: anche i corpi radioattivi

Vicino ai primi due reattori, livelli 10mila volte oltre limiti. Trovato cesio nelle carni. Governo: "Smantellare centrale"

Fukushima, nuova emergenza: anche i corpi radioattivi
Nuovi allarmanti dati da Fukushima. La Tepco, la società che gestisce l’impianto nucleare, ha annunciato che sono stati trovati livelli "abnormi di cesio radioattivo" nella carne bovina proveniente dall’area della centrale nucleare gravemente danneggiata dal terremoto e dal successivo tsunami dello scorso 11 marzo. Lo riferisce la principale agenzia di stampa nipponica, Kyodo News. Inoltre, la Tepco comunica anche che la radiazione individuata in un tunnel sotterraneo all’esterno dell’edificio che ospita la turbina del reattore numero 2, nell’impianto atomico di Fukushima, è 10mila volte superiore ai limiti normali registrati nei reattori. Gli stessi valori si registrerebbero, inoltre, nella falda freatica 15 metri sotto l'impianto di Fukushima.

VALORI IODIO 4.385 VOLTE OLTRE LIMITI - La centrale nucleare di Fukushima sarà smantellata: questa la decisione del primo ministro giapponese, Naoto Kan, anticipata in un incontro con il leader del Partito comunista giapponese, Kazuo Shii. Nel frattempo, il livello di radioattività continua a salire: lo iodio radioattivo nello specchio di mare antistante la centrale nucleare è di 4.385 volte superiore ai limiti di sicurezza fissati dalla legge. Lo ha riferito l’Agenzia per la sicurezza nucleare, cha ha però anche confermato l'intenzione del governo nipponico di non estendere la zona di evacuazione.

CADAVERI RADIOATTIVI - Il timore per le radiazioni ha impedito la raccolta di un migliaio di vittime del terremoto e dello tsunami, all’interno dell’area di evacuazione di 20 chilometri creata attorno alla centrale nucleare di Fukushima. Lo hanno spiegato fonti della polizia locale, secondo cui i cadaveri, scrive la Kyodo News, sono stati esposti ad alti livelli di radioattività dopo il decesso. Gli esperti cercano un modo per raccogliere i cadaveri, considerato il rischio per i medici forensi che dovrebbero riconoscere le vittime e per le loro famiglie. Secondo la tradizione giapponese i cadaveri non possono essere cremati perchè il processo potrebbe diffondere pennacchi di fumo contenenti materiali radioattivo, ma neanche seppelliti perchè potrebbero contaminare il terreno circostante.

NECESSARIO SMANTELLARE - Per il governo giapponese la soluzione all'emergenza nucleare è una sola: l'eliminazione della centrale di Fukushima-Daiichi. Ancora non è stato reso noto il piano per lo smantellamento, ma la decisione non poteva essere procrastinata. La radioattività dell'acqua marina nei pressi della centrale è aumentata a 4.385 volte sopra il livello consentito per legge, solo mercoledì 30 il valore era di 'sole' 3.355 volte superiore ai limiti. I dati, frutto di prelievi effettuati a 300 metri dalla costa, rafforzano l’ipotesi che materiale tossico continui a riversarsi in mare. Il gestore della centrale, la Tepco, sta avendo difficoltà a raccogliere l’acqua radioattiva intorno ai reattori e agli edifici delle turbine. Inoltre, a causa del maltempo, ha dovuto sospendere i piani per spargere resina sintetica nella zona dei reattori numero 4 e 6 per provare a trattenere la polvere radioattiva ed evitare la sua dispersione nell’aria.

IL PREZZO DELL'EMERGENZA - La Tepco, la società giapponese che gestisce la centrale nucleare, rischia di dover pagare l’astronomica cifra di 11 mila miliardi di yen (pari a 133 miliardi di dollari) di risarcimenti danni. Lo stima un rapporto di Bank of America- Merrill Lynch. La compagnia ha detto che i 24 miliardi di dollari di prestiti delle banche finora raccolti non basteranno a coprire le spese per i danni e la ricostituzione degli impianti.

AREA DI EVACUAZIONE - Il governo giapponese ha fatto sapere che a breve termine non è previsto un ampliamento dell’area di evacuazione intorno alla centrale di Fukushima. Questo nonostante l’Aiea (Agenzia internazionale per l'energia atomica) abbia rilevato che nel villaggio giapponese di Iitate, a 40 chilometri dalla centrale di Fukushima, i livelli di radiazioni fossero il doppio del limite indicato per l'evacuazione. Il portavoce dell'agenzia per la sicurezza nucleare e industriale del Giappone, Hidehiko Nishiyama, ha reso noto che gli ufficiali stanno controllando il livello di contaminazione nella zona che confina con l'area di evacuazione volontaria (30 chilometri dall'impianto). Molti dei residenti hanno già lasciato l'area, ma un centinaio hanno scelto di restare. "Stiamo considerando di chiedere alla gente di lasciare la zona. Ma - ha detto Nishiyama - abbiamo bisogno più tempo per studiare la situazione". Alle persone che si trovano nel raggio di 20 chilometri dall'impianto è già stato ordinato di lasciare le case.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Alessandro Tesio

    19 Luglio 2011 - 23:11

    Il disastro di Fukushima è immenso. I paragone con chernibyl su cosa è stato peggio ancora non lo sappiamo. Sicuramente tra i due disastri c'è un "bel" pareggio anche se quello del 1986 era peggio sia da un punto di vista TECNICO che MORALE. Tecnico perchè la centrale costruita con un reattore VIETATO nei pasei civili era stato messo sotto test da personale che di atomico non capiva nulla (il direttore era un esperto di centrali a carbone). Il COMUNISMO statale, gioia degli allora (e degli stessi di oggi) non è mai stato in grado di definire personale corretto nelle varie situazioni. INCIDENTI NUCLEARI in Russia sono a decine, militari e non. Quello accaduto in USA è stato una bazzecola dato che non ha portato all'irradiazione dei territori cirscostanti. Ma ai comunisti nostrani fa piacere dire "però anche loro lo hanno avuto". Sono tutte balle: ci sono laghi in Russia radioattivi da decenni e i Verdi (sempre sinistrodi) non manifestano per queste "radiazioni di partito"

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    01 Aprile 2011 - 06:06

    Per quel che riguarda gli USA, mentre tu citavi i robot americani il buon Obama ha chiarito (intervista televisiva) che il loro 20% di nucleare e` strategico e non rinunceranno alle prossime 22 centrali in costruzione anche perche` sono le uniche centrali ad emissioni ZERO (CO2). Il presidente di AREVA Japan, Remy Autebert, ha detto che aiueranno con lo smaltimento delle acque radioattive visto che loro hanno un dipartimento apposito per lo smantellamento delle centrali. Faccio notare "areva JAPAN" perche` i francesi sono partners nelle centrali nipponiche. E poi perche` dovrei lamentarmi se altre nazioni aiutano? Io sono incavolato perche` non hanno portato piu` gruppi elettrogeni il primo giorno, non hanno usato acqua di mare dal secondo e non stanno portando 100 pompe per l`acqua oggi! Per quel che riguarda il privato ti ha risposto vgrossi, ma per 1 volta ti diro` comunque che se posto alle vostre 6am sono a pranzo, e di notte attendo notizie su mio padre da poco ricoverato.

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    01 Aprile 2011 - 06:06

    Mentre io cercavo di spiegarti al tuo livello i dati e che cosa implicavano, tu mi insultavi perche` le tue fonti certissime, al contrario delle mie sconosciute (cosi` sconosciute che te le ho dette), dicevano che la radioattivita`e la distanza di sicurezza erano in aumento. Purtroppo per te, il governo giapponese ha stabilito di non ampiare l`area di pericolo usando quasi le mie parole nella spiegazione. Sia chiaro che potrebbe succedere che la radioattivita` nell`aria aumentera` nei prossimi giorni, e se cosi` sara` io saro` il primo a dirtelo. Dubito che ti entrera` in testa ma per la k+1esima volta ti ripeto che ogni giorno io ti descrivo cio che e` in quel momento, non importa se peggiore o migliore. E poi, per la miseria, a distanza di giorni hai trovato una sola palla in cio` che ho scritto? In realta` una volta ho sbagliato un 3 con un 6 in un dato minore che non cambiava la sostanza, ma anche dicendotelo dubito che lo troverai.

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    01 Aprile 2011 - 06:06

    Vedo che nel tuo post delle vostre 16.08 non riesci proprio a trattenerti ed arrivi addirittura a 3 offese in un post unico: "cimice", "broccolo" ed "asinone" a parimerito con l`ancor piu` paziente vgrossi,COMPLIMENTI Poi scrivi:"sei proprio un broccolo. Il raggio di evacuazione si sta estendendo e tu stai ancora leggendo i dati su chissà quale sito". Beh, il sito che leggo e` quello che contiene le misurazioni di tutte le nazioni che sono qui + AIEA, e te li puoi leggere anche tu assieme a libero. Ora pero` non so come dirti l`ultima dichiarazione appena uscita, ti prego non suicidarti dopo che ne hai cannate 8 su 8 dandomi dell`imbecille ogni volta:"Commission member Seiji Shiroya said evacuation criteria in Japan are decided according to how much radiation people would be exposed to, not radiation levels in the ground. Shiroya said the commission studies various factors, including radiation levels in the air and radioactive substances taken into the body througbreathing and eating

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog