Cerca

Ventimiglia, l'Ue a Sarkò: "Basta respingimenti"

La commissaria Malmstrom: "Parigi e Roma trovino una soluzione su immigrati"

Ventimiglia, l'Ue a Sarkò: "Basta respingimenti"
Lampedusa e Ventimiglia, l'Unione Europea si sveglia. La commissaria Ue agli Affari interni Cecilia Malmstrom ha ammonito la Francia sui respingimenti alle sue frontiere. Secondo la Malmstrom, Parigi non può respingere gli immigrati nordafricani provenienti dall'Italia in quanto i confini nello spazio di libera circolazione di Schengen non esistono più. L'Ue ha auspicato una soluzione bilaterale tra Francia e Italia: "Se ci sarà davvero un problema di sicurezza alla frontiera - spiega la Malmstrom - ci si dovrà rivolgere alla Commissione che affronterà la questione. Ma in questo momento sono le autorità francesi ed italiane che hanno contatti bilaterali. Finora nessuno si è rivolto alla Commissione".

ALTRI FONDI - Sull'emergenza a Lampedusa, l'Unione Europea si è detta pronta asostenere con misure ulteriori l'Italia, in particolare per quanto riguarda il rimpatrio degli immigrati illegali in Tunisia. Dallo scorso anno, l'Italia ha già ricevuto "una cifra considerevole" dai diversi fondi europei disponibili "e - continua la Malmstrom -  ci sono ancora soldi che rimangono a disposizione". "Abbiamo già detto all'Italia che questi soldi possono essere usati per gestire l'emergenza di Lampedusa, ma siamo pronti a discutere altri fondi quando questi soldi saranno finiti e anche a discutere su cosa può essere utile fare per il futuro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    03 Aprile 2011 - 16:04

    Come i Francesi e gli Spagnoli, anche noi dovremmo bloccarli e rispedirli indietro. E se qualcuno si permette di criticarci rispondiamo che si prendano loro il carico di questa invasione, ma fuori dall'talia.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    01 Aprile 2011 - 22:10

    ...la Francia ha sempre fatto i propri interessi,alla faccia di tutti! Anche quando ha perso la guerra,ne è sempre risultata vincitrice; anzi è diventata una grande potenza,con annessioni di territori pure.Come mai l'Italia è sempre stata ultima e negletta da tutti i Paesi europei? Non è forse perchè una buona parte degli...italiani naviga contro per bassi giochi di bottega,dimostrando loro quanto non amino la propria Terra?Gli abitanti degli altri Paesi sono soliti dire:" Nella ragione o nel torto,questo è pur sempre il mio Paese".

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    01 Aprile 2011 - 19:07

    improvvisamente il consorte di carlà ci è diventato più antipatico dal momento che una buona dose di antipatia l'aveva già guadagnata in occasione dell'affare battisti. Ad onor del vero diciamo pure che sarkò mostra ai suoi concittadini la volontà di proteggerli , di voler evitare ,insomma, quella odiosa invasione di gente che si arroga il diritto di attraversare frontiere , rompere gli equilibri sociali già difficili a tenere , col pretesto di dover godere di diritti che mai hanno maturato e mai hanno fatto valere in patria sopportando la dittatura da 40 anni. E noi italiani? come al solito noi siamo l'ortolano che deve sottostare al cetriolo in persona dei clandestini e del loro "amico" sarkò.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    01 Aprile 2011 - 19:07

    Fanno benissimo i Francesi a respingere i clandestini, anzi sono da ammirare perchè loro ci danno l'esempio di come bisogna fare per fermare l'invasione illegale, senza buonismi pelosi , nè se nè ma. Quindi come ci insegnano senza che l'Europa batta ciglio, basta mettere qualche nave a presidiare il mare davanti le acque territoriali della Tunisia e della Libia, con i sistemi radar e gli aerei pattugliatori non scappa più neanche una barchetta ed il problema è risolto; fermati i primi, l'esodo cessa. Ci vuole solo la volontà politica di farlo ma ho paura che proprio questo manchi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog