Cerca

Fukushima, contaminazioni: 7,5 mln oltre limite

La Tepco risarcirà i residenti e gli agricoltori e intanto riversa acqua radioattiva nel mare. Controlli nelle scuole

Fukushima, contaminazioni: 7,5 mln oltre limite
La Tepco, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, pagherà indennizzi provvisori a residenti e agricoltori colpiti dalla crisi atomica del dopo-tsunami. La più grande utility asiatica, riportano i media di Tokyo, farà una stima provvisoria dei risarcimenti da versare in consultazione con il governo affinchè il tutto possa avvenire quanto prima. Il ministro dell'Economia, Commercio e Industria, Banri Kaieda, ha spiegato di aver disposto "l'erogazione immediata tutte le volte che risulti possibile da definire". Sono circa 80.000 i residenti nel raggio dei 20 km dalla centrale costretti all'evacuazione, mentre un'ulteriore fascia di 10 km costituisce un'area di rispetto. La Tepco ha dato la disponibilità al rimborso delle spese mediche e della perdita di reddito a causa dell'evacuazione. 

ULTIMA SPIAGGIA - Desta ancora preoccupazioni e polemiche, intanto, la decisione della Tepco di riversare, come ultima soluzione, circa 11.500 tonnellate di acqua radiattiva della centrale di Fukushima direttamente nell'Oceano Pacifico. Il rilascio dell'acqua contaminata "è stato autorizzato come misura eccezionale e per i bassi livelli di radioattività", ha precisato ieri Hidehiko Nishiyama, portavoce dell'Agenzia per la sicurezza nucleare. Il problema, però, è che lo iodio radioattivo trovato nell'acqua marina davanti al reattore numero 2 è 7,5 milioni di volte superiore al limite legale, mentre il cesio-137 e' di 1,1 milioni di volte oltre la norma consentita. La prefettura di Fukushima ha cominciato a misurare i livelli di radiazione anche nei campi da gioco delle scuole: nei prossimi due giorni, piu' di 1.400 scuole e asili nido saranno testati per rispondere al'ansia crescente dei genitori, ma il governo continua a ripetere che non ci dovrebbe essere alcun rischio se i bambini vengono tenuti fuori di una raggio di 30 km dall'impianto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vgrossi

    07 Aprile 2011 - 10:10

    Grazie kumachan. Certo che è un bel paradosso, la carne migliore al prezzo minore ... viva la cultura del pesce, dice il sardonico carnivoro ! Disgraziatamente tra me ed il pesce in genere c'è un trattato di non aggressione, un vivi e lascia vivere (spero che la cosa sia nota anche agli squali del Mar Rosso ...) quindi l' idea di vivere in un paese pescecentrico mi lascia un po' perplesso. Una cosa è certa, sono molto sensibile alla estetica del cibo, e per quanto ne so, in Giappone sarei sempre a bocca aperta per lo stupore, e riluttante a demolire la meraviglia (ma il conte Ugolino insegna, in ogni modo). Grazie della tua cortesia. Un retropensiero : ma non è che se dovessi vivere in Giappone per un lungo periodo modificherei i miei gusti ? In fondo nemmeno i continenti stanno fermi ...

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    06 Aprile 2011 - 06:06

    La carne costa uno sproposito ma non per i non nipponici. Perche`? La spiegazione parte dal sushi... il buon pesce crudo (che in qualche caso e` bollito) ha tra le sue regole quella che piu` una parte del pesce e` rara e/o "grassa" e piu` e` costosa. Ha un suo senso poiche` il "grasso" del pesce e` quasi acqua in confronto a quello animale percui partendo dal tonno (maguro) ci sono le parti via via piu` grasse (chuutoro ed ootoro) che letteralmente ti si sciolgono in bocca e sono apprezzatissime dai nipponici. Il lato negativo e` che piu` e` grasso e meno gusto ha, motivo percui mi mangio quei sushi meno costosi ma piu` succulenti e con 9/10 euro rischio di non potermi alzare per quanto mi sono saziato. Cosa centra con la carne? In pratica in Giappone sono atterrate due cose subito dopo la fine della guerra, babbo natale ed i bovini. Percui, non sapendone nulla, hanno trasferito le loro teorie dal sushi alla carne, e le bistecche senza un filo di grasso costano poco. ED IO RINGRAZIO

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    06 Aprile 2011 - 06:06

    Con l`iniezione di altri 1500 litri di "vetro liquido" si e` definitivamente chiusa "questa" falla e mi auguro che non ve ne siano altre ne` se ne aprano altre. Mi auguro anche che siano gia` pronti con altre pompe a risucchiare queste 7t/h che non uscendo piu` in mare sboccheranno altrove. Ora si attendono i valori dei prossimi giorni. Ed anche la storia dei 5/7milioni di volte era come avevo ipotizzato, il prelievo non era stato fatto "in mare" nelle solite postazioni, bensi` alla bocca che versa in mare ad un paio di metri dal fiotto radioattivo.

    Report

    Rispondi

  • ed7

    05 Aprile 2011 - 19:07

    cosa c'entra l'esplosione di santorini con lo tsunami? ahahah..avrai sbagliato post. Svegliati un po'

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog