Cerca

Mensa al cimitero: dal Pakistan ecco i becchini cannibali

Si aggiravano di notte nel camposanto per rosicchiare le ossa dei morti: presi due custodi. Ma nel Punjab pare sia normale...

Mensa al cimitero: dal Pakistan ecco i becchini cannibali
Disseppellivano i cadaveri e se li mangiavano: la scena si svolgeva la notte in un cimitero di Darya Khan, nella provincia orientale del Punjab pachistano. A confessare il cannibalismo sono stati i due custodi del cimitero, rinchiusi in carcere da cinque giorni, ma le autorità sospettano che la pratica di nutrirsi della carne dei morti sia abbastanza diffusa nell’area, e per questo hanno avviato un’indagine ad ampio raggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcoenrico

    08 Aprile 2011 - 17:05

    Guardi che anche il mio era un non-commento per una non-notizia. Solamente che l'orrore ed il disgusto sollevato nelle menti di chi ha tradizioni occidentali è indicibile. Per quanto riguarda la tradizione Cristiana della "comunione" in effetti deriva da tradizioni nate in luoghi e momenti ove certe efferatezze avvenivano ma nel caso della Cristiana era ed è solamente simbolica in quanto l'assumere il "corpo ed il sangue" permette di assimilare l'essenza del "cedente". Poi per i credenti "nel pane e nel vino" vi è realmente l'essenza del Cristo. Dimenticavo. Tutto ciò è totalmente estraneo all'ebraismo in quanto deriva in toto dal culto di Mithra a cui moltissimo il Cristianesimo deve dal punto di vista rituale e "gerarchico-organizzativo" della Chiesa.

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    08 Aprile 2011 - 08:08

    Ai fautori dell'integrazione, a coloro che dicono sia un dovere accogliere, che sostengono come siamo tutti uguali, a chi vuole modificare la nostra secolare tradizione per non offendere quella altrui, ricordatevi: due culture drasticamente differenti, anche se ognuna di diritto in casa propria.

    Report

    Rispondi

  • ereilavac

    07 Aprile 2011 - 20:08

    La ringrazio per la precisazione, ma il mio voleva essere uno sfottò anche se a sfondo macabro. Credo fermamente che sia una di quelle non notizie che meriterebbe un più serio “chi se ne frega”. Non per cinismo o qualunquismo, ma solo perché non si può certo definire il comportamento di qualcuno come la regola per un popolo. Alcune religioni non escludono l’antropofagia a scopo rituale, e seppure con radici musulmane, restano molte sacche di religioni ancestrali. Si figuri che, come ben saprà, la stessa religione cristiana nel suo rituale contempla:” mangiate il mio corpo, bevete il mio sangue”. E nella più crudele Roma, il sangue dei gladiatori morti nell’arena del Colosseo era merce preziosa, si consigliava di berne tanto, per acquisirne le taumaturgiche proprietà. Sicuramente una notizia data così non merita una risposta seria, poche righe che potrebbero significare tutto e niente, ma al solito, è il padrone che morde il cane che fa “notizia” e non viceversa.

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    07 Aprile 2011 - 18:06

    meglio diventare anoressici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog