Cerca

Francia, è in vigore la legge anti-burqa: 59 fermi

La polizia interviene a un corteo di protesta davanti a Notre-Dame. Da oggi non si può stare col viso coperto in luoghi pubblici

Francia, è in vigore la legge anti-burqa: 59 fermi
Davanti alla cattedrale di Notre-Dame una manifestazione ha sfidato il divieto ad indossare il burqa, entrato in vigore da poche ore: la polizia della capitale francese ha fermato 59 donne velate che avevano preso parte al corteo. I fermi sono scattati dopo che le autorità avevano cercato di interrompere la manifestazione, non autorizzata.

POLEMICHE - In Francia è entrata in vigore oggi, lunedì 11 aprile, la legge che impone alle donne di tenere il volto scoperto in luoghi pubblici, un provvedimento caldeggiato da Nicolas Sarkozy, approvato lo scorso ottobre, e che ha scatenato una vivace guerra di opinione. La legge prevedeva un periodo di sei mesi prima dell'inizio dell'applicazione: la Francia è il Paese con la comunità musulmana più popolosa d'Europa, e la prima nel Vecchio Continente ad approvare un simile provvedimento.

IL CORTEO - Così, di fronte a Notre Dame, una decina di donne, tra le quali tre con indosso il niqad - il capo che lascia scoperti soltanto gli occhi - ha inscenato una protesta contro quello che definiscono un "affronto alla loro libertà di espressione e di religione". Una donna è stata trascinata via dalla polizia, e un funzionario ha riferito che è stata arrestata poiché la protesta non era autorizzata e perché ha rifiutato di allontanarsi quando la polizia gliel'ha intimato.

IL PROVVEDIMENTO - La legge francese prevede multe fino a un massimo di 150 euro per chi indossa il burqua, e la sanzione può essere accompagnata dall'obbligo di frequentare un corso di cittadinanza francese. Multe ancora più salate, invece, per gli uomini che impongono il velo a una donna: la sanzione può raggiungere i 30mila euro, che raddoppiano a 60mila e due anni di carcere nel caso in cui il burqa sia imposto a una minorenne. La legge, per inciso, vieta di celare il volto anche con maschere, veli, passamontagna e caschi integrale in qualunque luogo pubblico (strade, piazze, parchi o esercizi commerciali).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    14 Aprile 2011 - 00:12

    ...hanno senpre avuto la puzza sotto sotto il naso; se perdono la guerra, riescono alla fine risultare vincitori,fanno soltanto gli interessi propri e si giustificano sempre altezzosamente.Ciò nonostante,in fatto di burqa hanno perfettamente ragione di vietarlo.Ognuno in casa propria ha il diritto di porre delle regole e tutti debbono rispettarle,compreso gli ospiti più o meno occasionali.Se a quest'ultimi non dovessero garbare tali regole ,stiano a casa loro,che nessuno andrà a prenderli.Non esistono usanze bizzarre o condotte religiose che tengano;quando si è in casa d'altri,si rispettano le regole e/o usi di chi ti ospita,se non altro per un minimo di educazione.In Italia sarebbe un problema,ci sarebbero gli stessi italioti-contra che pur di fare dispetto a chi c'è al governo,muoverebbero cortei di protesta.Siamo sempre i più furbi...

    Report

    Rispondi

  • autores

    13 Aprile 2011 - 15:03

    e' piu' che sufficente che la Francia non fornisca le armi al terrorismo,non le pare?La Francia fornisce le armi al terrorismo di troppi Stati ma c'e' da chiedersi come sia posibile che nel suo ancora non esista una semplice richiesta da qualche loro Partito politico Francese.

    Report

    Rispondi

  • annetta

    12 Aprile 2011 - 21:09

    è più che giusto vietarlo! non mi sembra si possa andare in giro con un casco integrale sul capo. è una questione di sicurezza nulla a che vedere con la religione.

    Report

    Rispondi

  • marcilaki

    12 Aprile 2011 - 21:09

    anche per corano è peccato coprirsi a questa maniera,la donna si deve coprire solo capo,polsi e caviglie e non vestirsi con abiti aderenti;resto è manipolazione maschile e direi da alcuni anche la provocazione. visto che sono cosi tanto osservanti religiosi altro punto di corano : cristiani e muslumani sono fratelli ed un vero credente non manca mai rispetto ad un fratello a casa sua

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog