Cerca

Arrigoni, a Gaza funerali solenni. Caccia al cervello

Ultimo giorno in Palestina per l'attivista italiano ucciso: tra poco la salma sarà in Egitto. Hamas sulle tracce di un terrorista giordano

Arrigoni, a Gaza funerali solenni. Caccia al cervello
E' cominciato l'ultimo giorno in Palestina per Vittorio Arrigoni, l'attivista italiano rapito e barbaramente ucciso lo scorso giovedì da due fondamentalisti salafiti. Nella striscia di Gaza è tutto pronto per l'addio solenne. Il convoglio funebre lascerà l'ospedale Shifa alle 12 locali (le 11 in Italia) per proseguire verso il valico di Rafah, fra Gaza e l'Egitto, dove dovrebbe giungere un'ora dopo. Su istruzione dell'esecutivo di Hamas, al valico avrà luogo una cerimonia di addio. Secondo quanto anticipa il ministero degli interni di Gaza, saranno pronunciati due elogi funebri: uno in arabo e un altro in italiano. Questo secondo testo sarà letto da un ministro dell'esecutivo di Hamas, Ossama al-Issawi.

GIORDANO CERCASI - Proseguono nel frattempo le indagini per trovare l'ideatore del sequestro-assassinio. Le tracce portano a un misterioso jihadista, Abdel Rahman 'il Giordano'. Hamas ha rafforzato i controlli lungo il confine con l'Egitto. Secondo il quotidiano israeliano Maariv, Rahman sarebbe il "cervello" della cattura e dell'esecuzione di Arrigoni. Nella sua prima dichiarazione ufficiale sull'inchiesta un dirigente di Hamas, il ministro degli Esteri Mohammed Awad, ha mantenuto un atteggiamento cauto, limitandosi a dire che finora vengono indagate due persone che risultano essere coinvolte nel rapimento, ma non nella uccisione di Arrigoni. Altre tre sono ricercate, ha aggiunto senza però fare nomi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    20 Aprile 2011 - 13:01

    Si vede che tra bestie vi capite.

    Report

    Rispondi

  • Cattif.49

    20 Aprile 2011 - 07:07

    L'entusiasmo della gioventù suscita sempre grande empatia ma espone spesso a ingerenze pericolose e velleitarie ; prima di fiondarsi in paesi lontani ed oberati da contraddizioni storiche , culturali e politiche bisognerebbe rifettere a lungo su costi e benefici . A tal proposito non mi sembrano del tutto peregrine o irriverenti le questioni sollevate dal lettore Marcoenrico .

    Report

    Rispondi

  • adriano b

    19 Aprile 2011 - 23:11

    Forse il Barbadifrate non ha capito bene il concetto: mi sono registrato semplicemente perchè rapportandomi a persone di simile levatura, sia io che il mio cane ci sentiamo dei giganti.Spero di essere stato chiaro. MAGARI LO SCRIVO IN MAIUSCOLO?

    Report

    Rispondi

  • Barbadifrate

    19 Aprile 2011 - 10:10

    Buon giorno Adriano. Interessante il suo commento. Ma mi chiedo, perché si è registrato nei post di un giornale che disprezza tanto? Continui pure postare sull'unità, repubblica, il fatto e compagnia bella. Lì si troverà tra persone colte come lei. Le farà un gran bene.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog